Seguici su
Cerca

Transizione sì, ma sostenibile: quale futuro per le grandi aree industriali della Regione Sicilia? - Giovedì 7 aprile

5 Aprile 2022

Definire le traiettorie, possibili, per il mondo industriale siciliano, necessarie a coniugare l’esigenza prioritaria di decarbonizzazione e lotta al cambiamento climatico con una transizione ecologica ed energetica che sia realmente sostenibile, e che non produca danni irreparabili al tessuto produttivo con riduzione complessiva di competitività del sistema paese.

È il tema al centro del convegno dal titolo “Transizione sì, ma sostenibile: quale futuro per le grandi aree industriali della Regione Sicilia?” in programma giovedì 7 aprile, alle 14,30, nella sala Ionio del Complesso fieristico “Le Ciminiere” nell’ambito della Green Expo del Mediterraneo “Ecomed-Progettocomfort”.

Nel corso del convegno sarà affrontato il percorso che dovranno affrontare le aree industriali della regione Sicilia nell’ambito della più ampia strategia di sostenibilità integrata del mondo industriale che vede, oltre la componente ambientale, anche le componenti sociale ed economica quali basi per una transizione energetica sostenibile in antitesi con una poco definita e quindi ambigua “decrescita felice”, che prevede incautamente una presunta deindustrializzazione di aree oggi certamente cruciali per il sostentamento energetico nazionale.

I lavori saranno aperti dai presidenti di Confindustria Siracusa e Catania, Diego Bivona e Antonello Biriaco, di Sicindustria Messina e Caltanissetta, Pietro Franza e Gianfranco Caccamo, da Gaetano De Bernardis del Rotary International Distretto 2110 Sicilia e Malta e dal docente Giuseppe Mancini dell’Università di Catania e presidente dell’Associazione Nazionale Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio.

A seguire la tavola rotonda dal titolo “Quali i rischi di una transizione insostenibile? Il ruolo e le proposte delle aziende siciliane” che registrerà gli interventi di numerosi attori del settore.

I lavori saranno conclusi dall’avv. Girolamo Turano, assessore regionale alle Attività produttive.

L’evento è organizzato congiuntamente dal Comitato Scientifico e dal Comitato Tecnico dei Portatori di Interesse di CATANIA 2030, Confindustria Siracusa e Catania, Sicindustria Messina e Caltanissetta, Università di Catania, Rotary Distretto 2110 Sicilia e Malta e AIAT.