Seguici su
Cerca

A Dario Alessandro Calderone il premio Giovani “Vito Cardone” dell’Unione Italiana Disegno

L’idea vincitrice prevede uno studio interdisciplinare di tutela e valorizzazione del patrimonio monumentale e archeologico dell’antica Contea di Mascali

7 Maggio 2022
Alfio Russo

Una ricerca interdisciplinare per valorizzazione il patrimonio architettonico e archeologico presente nelle zone un tempo ricadenti nell’antica Contea di Mascali.

È l’idea vincente del progetto “deRivelab” che ha permesso a Dario Alessandro Calderone, dottorando del Dipartimento di Scienze della formazione dell’Università di Catania, di aggiudicarsi il premio dell’Unione Italiana Disegno “Vito Cardone” per la sezione giovani.

Dottorando in Processi formativi, modelli teorico-trasformativi e metodi di ricerca applicati al territorio al Dipartimento di Scienze della formazione (coordinato dalla prof.ssa Maria Tomarchio), il dott. Calderone si occupa di ricerca archeologica e valorizzazione del territorio attraverso l’impiego di tecnologie innovative di rilevamento e ricostruzione.

Il progetto vincitore consiste nella realizzazione di un’attività culturale che prevede l’organizzazione di una serie di eventi, laboratori, seminari, esposizioni e dibattiti sul tema dell’invisibilità di architetture, degli spazi, dei frammenti di archeologie sommerse e disperse in questa parte di territorio. In particolar modo di un itinerario turistico-culturale da realizzare sul patrimonio storico della Contea di Mascali comprendente le Torri d’Archirafi e Laviefuille a Riposto e i mulini ad acqua di Nunziata di Mascali.

E, inoltre, prevede una ricerca scientifica interdisciplinare basata sulla digitalizzazione applicata per favorire la tutela e la valorizzazione di edifici appartenenti al patrimonio monumentale e archeologico, attualmente in stato di abbandono o non più esistenti, e che potrebbero rappresentare una risorsa significativa per tutto il territorio dal punto di vista culturale e turistico generando così un impatto economico favorevole per l’hinterland.

Il progetto culturale, coordinato da Claudio Patanè dell’Università “Mediterranea” di Reggio e Calabria e da Dario Alessandro Calderone, insieme con la relativa mostra, sarà presentato venerdì 13 maggio, alle 18, al Palazzo Vigo di Torre Archirafi a Riposto.

Apriranno i lavori i sindaci Vincenzo Caragliano (Riposto) e Luigi Messina (Mascali) e il presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Catania Sebastian Carlo Greco. Interverranno la prof.ssa Francesca Fatta dell’Università di Reggio Calabria, il prof. Edoardo Dotto della Struttura Didattica Speciale di Architettura dell’Università di Catania e le docenti Rosa Loredana Cardullo, Maria Tomarchio e Eleonora Pappalardo del Disfor dell’ateneo catanese. A seguire la presentazione dei componenti del progetto Alessandro Cavallaro, Andrea Gennaro, Salvatore Santuccio, Francesco Finocchiaro, Andrea Zammitti, Fabrizio Foti e Stephan Hassam.

Dario Alessandro Calderone

In foto Dario Alessandro Calderone