Dipartimenti: eletti i direttori Antonella Agodi, Filippo Drago, Roberto Purrello e Agatino Russo

Ricopriranno l'incarico per il quadriennio 2018/2022 a partire dal 1° novembre

24 Settembre 2018
Alfio Russo

I docenti Antonella Agodi, Filippo Drago, Roberto Purrello e Agatino Russo sono stati eletti al primo turno nei giorni scorsi rispettivamente direttori dei dipartimenti di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie avanzate “Ingrassia”, Biometec, Scienze chimiche e Agricoltura Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania per il quadriennio 2018/2022.

La prof.ssa Antonella Agodi, ordinario di Igiene Generale e Applicata, ha ottenuto 47 voti e dal 1° novembre subentrerà al prof. Stefano Puleo alla guida del Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie avanzate “Ingrassia”. Oltre alla docente – responsabile della Qualità del Dipartimento “Ingrassia”, delegata all'Erasmus e all'Internazionalizzazione per la Scuola “Facoltà di Medicina” e coordinatrice di numerosi accordi internazionali – era candidato anche il docente Vincenzo Di Benedetto. “Penso di condividere con molti colleghi la visione del dipartimento come luogo di collaborazione accademica tra comunità scientifico-disciplinari che interagiscono tra di loro e con l’esterno per ciascuna delle attività caratterizzanti un moderno dipartimento universitario, creando opportunità di progettazione, azione e valutazione intra- e inter-istituzionale – ha spiegato la prof.ssa Agodi -. Qualità e collaborazione più che obiettivi da raggiungere costituiscono un impegno che richiede la consapevolezza, l’attenzione e il coinvolgimento responsabile di tutti noi. In questa prospettiva, credo che prima di tutto dovremo far crescere e rafforzare la stima e la fiducia reciproche, includendo e valorizzando i punti di vista diversi, attraverso il dialogo, la comprensione, le scelte individuali e la socializzazione, anche al servizio dell’intero Ateneo”.

Rinnovo dell’incarico, invece, per i docenti Filippo Drago e Roberto Purrello, rispettivamente direttori dei dipartimenti di Scienze Biomediche e Biotecnologiche (Biometec) e di Scienze Chimiche.

Il prof. Drago, ordinario di Farmacologia, candidato unico, ha ottenuto 70 preferenze. “Penso che la mia conferma alla direzione del Biometec sia stata interpretata dai colleghi non come un fatto conforme alla politica dell’automaticità, ma come il risultato di una scelta convinta e consapevole alla stregua di quella che effettuai quattro anni fa – spiega il prof. Drago -. In questo quadriennio, il Biometec è cresciuto grandemente divenendo uno dei primi dell’Ateneo in quanto alla produzione scientifica e al fatturato per attività conto/terzi. Sono stati attivati tre nuovi corsi di laurea, due dei quali inerenti le Biotecnologie. Nonostante i numerosi pensionamenti, il reclutamento dei docenti ci consente di registrare un incremento rispetto all’inizio del mio mandato. Il futuro del Biometec seguirà la scia di quello dell’Ateneo lungo le direttrici della ricerca e della didattica: crescerà la produzione scientifica di eccellenza e verranno potenziati i meccanismi di apertura verso il contesto socio-economico mediante il trasferimento delle conoscenze per la valorizzazione della terza missione, verranno sostenuti i percorsi di crescita professionale dei docenti, si attueranno procedure per l’ottimizzazione delle prestazioni didattiche e per l’implementazione della popolazione studentesca, e tanto altro verrà realizzato per la crescita del Biometec e perciò dell’Università di Catania”.

Il prof. Purrello, ordinario di Chimica generale e inorganica, candidato unico, ha ottenuto 35 preferenze.

“Ringrazio il dipartimento di Scienze chimiche che ha voluto rinnovarmi la fiducia come direttore per il prossimo quadriennio – ha spiegato il prof. Purrello -. L’inizio del mio primo mandato è stato accompagnato dall’aumento del numero di studenti - da circa cento a più di trecento- ma anche da un disastroso evento alluvionale che ci ha privato di più del 70% dei laboratori didattici. In questi anni abbiamo fatto fronte a questa situazione convertendo parte dei laboratori di ricerca in strutture didattiche. Ora credo che la nostra comunità possa guardare con fiducia ad un prossimo futuro che le permetta di potersi sviluppare con adeguate strutture per la didattica e per la ricerca, per poter rispondere alle aspettative ed alle esigenze del mondo delle professioni e delle imprese”.

Al dipartimento di Agricoltura Alimentazione e Ambiente, infine, è stato eletto il prof. Agatino Russo, ordinario di Entomologia generale e applicata, che è stato in passato preside della Facoltà di Agraria, componente del consiglio di amministrazione dell’Ateneo e direttore della Scuola superiore di Catania, con 46 voti. Russo, attualmente membro del CdA del Distretto Tecnologico Agrobiopesca della Regione Sicilia in rappresentanza dell’Ateneo catanese, subentrerà al direttore uscente Salvatore Luciano Cosentino che ha ottenuto 39 preferenze. “Improntando la gestione sulla condivisione e ricorrendo ampiamente alle deleghe – ha dichiarato il nuovo direttore del Di3A – ci proponiamo di proseguire l’impegno per lo sviluppo delle attività di ricerca secondo il piano triennale, di effettuare la periodica revisione dell’offerta didattica, tenendo conto del parere degli stakeholder, del giudizio degli studenti e della valutazione ex post degli esiti occupazionali, di migliorare l’efficienza di spesa mediante una gestione condivisa delle attrezzature e una nuova pianificazione del budget, di implementare  i processi di internazionalizzazione, di contribuire allo sviluppo di una cultura green e di recuperare gli spazi culturali precipui del dipartimento”.