Corri Catania 2021, domenica 10 ottobre la corsa-camminata di solidarietà

Presentato l'evento che si svolgerà in forma libera e diffusa senza una partenza collettiva per evitare ogni assembramento

4 Ottobre 2021

Oggi, a Palazzo degli Elefanti, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, affiancato dall’Assessore allo Sport Sergio Parisi e dagli organizzatori dell’Asd CorriCatania, ha presentato la 13^ edizione della corsa/camminata di solidarietà in programma domenica 10 ottobre.

Dopo la sospensione dello scorso anno a causa della pandemia, torna Corri Catania, con un’edizione speciale di inizio autunno e una formula innovativa nel pieno rispetto delle linee guida vigenti in materia di pandemia.

“Corri Catania 2021 è un segnale importante di ripartenza della città, – ha esordito il Sindaco Pogliese – un evento vincente che si è consolidato anno dopo anno e che è portato avanti con entusiasmo e capacità organizzativa dall’Asd Corri Catania. L’Amministrazione ha condiviso appieno la nuova formula di svolgimento che non prevede una partenza collettiva nè un percorso predefinito, così da evitare assembramenti e, anche per questo, domenica prossima verrà chiuso al traffico il Lungomare, chiusura che si unisce alla pedonalizzazione, tutti i sabati e le domeniche di ottobre, di un ampio tratto della via Etnea. Sono certo – conclude Pogliese – che, anche se con modalità organizzative diverse, Corri Catania 2021 avrà un grande successo”.

La nuova formula di Corri Catania 2021 all’insegna dello slogan “no assembramento si divertimento”

Quella di domenica prossima sarà un’edizione diversa rispetto alle precedenti e avrà una formula innovativa; la corsa/camminata si svolgerà, infatti, in forma libera, autonoma e diffusa. Indossando la t-shirt di Corri Catania 2021, chi vorrà partecipare, lo potrà fare dove e quando vorrà , tra le 10 e le 18. Si potrà, quindi, correre o camminare a Catania o in qualsiasi altro luogo, evitando così ogni possibile assembramento e nel pieno rispetto delle linee guida vigenti in materia di COVID-19. Lo slogan “No assembramento, sì divertimento” accompagnerà ogni momento di questa edizione della manifestazione che come sempre rappresenterà un appuntamento aperto a tutti, capace di emozionare e di regalare una giornata di festa, il tutto nella massima sicurezza. “La Corri Catania – ha sottolineato Sergio Parisi, assessore allo Sport del Comune di Catania – è ogni anno un appuntamento da non perdere. Ho partecipato fin dagli inizi in varie vesti e un plauso va agli organizzatori che dopo le prime edizioni non si sono mai fermati e sono stati capaci di unire in uno straordinario connubio lo sport e la solidarietà, anche grazie al coinvolgimento di tanti campioni che ne sono diventati testimonial”.

Una conferenza partecipata che ha visto stringersi attorno all’evento le tante realtà istituzionali, militari, civili e sportive che “corrono” con Corri Catania e che hanno contribuito negli anni a far crescere la manifestazione.

“La solidarietà rimane il caposaldo di Corri Catania – ha dichiarato Elena Cambiaghi dell’Asd CorriCatania - e quest’anno, il progetto solidale è “Tutti a Bordo” e ha come obiettivo quello di promuovere la raccolta fondi, attraverso la distribuzione del kit con maglietta, borsa e pettorale numerato, a favore della Croce Rossa Italiana Comitato di Catania e contribuire all’acquisto di un pulmino attrezzato destinato al trasporto delle persone diversamente abili per lo svolgimento di attività sportive”.

“Un grazie agli organizzatori che sono riusciti anche quest’anno con impegno e determinazione a organizzare Corri Catania – ha detto Stefano Principato, Presidente della Croce Rossa Italiana Comitato di Catania – e che ogni volta trasformano un grade evento in un grande evento di solidarietà e fanno capire a tutti come possa essere semplice aiutare gli altri con un piccolo e semplice gesto”.

Fra le realtà al fianco dell’evento anche l’Università degli Studi di Catania, così come sottolineato dalla prof.ssa Vania Patanè, prorettrice dell’Ateneo catanese, che ha aggiunto: “siamo al fianco della Corri Catania e del “popolo delle magliette bianche”, grandi e piccoli di ogni età, che con la t-shirt dell’evento saranno i protagonisti di una domenica di festa all’insegna del benessere, dell’amicizia e dell’impegno sociale. Una “gara di solidarietà” che permetterà di vivere Catania in maniera unica, soprattutto dopo la forzata sospensione nel 2020 a causa della pandemia. Ma in particolar modo tutti i partecipanti potranno così compiere un nobile gesto, anche se piccolo, in favore dei diversamente abili, soggetti svantaggiati che necessitano sempre più di azioni di inclusione sociale in ogni campo, dal diritto allo studio allo sport! Che sia una festa di sport, solidarietà, benessere, emozioni e tanto divertimento”.

Le “Aree Corri Catania” da venerdì 8 a domenica 10 ottobre in piazza Università e in piazza Nettuno al lungomare

Per favorire la raccolta fondi e portare a termine con successo il progetto “Tutti a Bordo”, in piazza Università (da venerdì 8 a domenica 10 ottobre) e in piazza Nettuno al Lungomare (sabato 9 e domenica 10 ottobre) saranno allestite due “Aree Corri Catania” per la consegna del kit 2021 (maglietta, borsa e pettorale a soli 4 euro) a chi vuole aderire, per dare informazioni circa la formula della corsa/camminata di quest’anno e per lo svolgimento di attività all’insegna dello sport e della solidarietà in vista della 13a edizione della manifestazione.

Unità mobile vaccinale in piazza Università in occasione di Corri Catania

In occasione di Corri Catania è in programma un’importante iniziativa grazie all’Unità Mobile messa a disposizione dalla Struttura Commissariale per l’Emergenza Covid, diretta dal Commissario Pino Liberti, con la collaborazione della Croce Rossa di Catania. Il camper, con medici e informatici, sarà presente sabato 9 e domenica 10 ottobre, dalle ore 10 alle ore 18, nell’area Corri Catania allestita in piazza Università, per le somministrazioni dei vaccini a quanti sceglieranno di immunizzarsi in occasione dell’evento. L’iniziativa, che vuol essere un segnale di speranza e un’opportunità ulteriore offerta a chi non è ancora vaccinato, rientra nell’attività dei vaccini di prossimità voluta dalla Presidenza della Regione Siciliana e dall’assessorato della Salute. “Il progetto della Corri Catania sintetizza i valori sociali e quelli dello sport: il valore imprescindibile della Salute pubblica, chiude il cerchio. Con i nostri mezzi e risorse, ci impegniamo a dare un contributo alla diffusione dei vaccini per tornare quanto prima alla normalità. Ringrazio il Presidente della Croce Rossa Italiana di Catania, Stefano Principato, per la grande collaborazione fornitaci in questa e in altre innumerevoli occasioni. Finalmente stiamo vedendo una luce in fondo al tunnel e, questo, è merito dei vaccini e dei centri vaccinali che stanno funzionando, fra questi anche quello allestito all’interno del Comune di Catania. Il “gioco di squadra” permette sempre di raggiungere importanti traguardi”.

Presenti alla conferenza stampa anche Giacomo Bellavia, Presidente di AMTS; Giuseppe Ferraro, Capo di Gabinetto del Comune di Catania; il Ten. Col. Ezio Raciti del 62° Reggimento Fanteria Sicilia; il Gen. Ettore Mastrojeni dell’Associazione Italiana Carabinieri e Franco Campisi del Cral del Cannizzaro. Grande partecipazione del mondo dello sport: per la ginnastica l’ex olimpionica Maria Cocuzza e la squadra della Jonica Gym di A1 femminile; per lo sport paralimpico Raimondo Alecci, Angelo Fonte, Giuseppe Garraffo e Salvo Mirabella e i dirigenti sportivi Raffaele Marcoccio dello Csain e Lorenzo D’Arrigo per il Cus Catania.

Presenti anche alcuni partner di Corri Catania: Angela Glorioso; Francesco Litrico per STMicroelectronics e Alma Scandura di Petrol Company.

“Il nostro grazie va a tutti coloro che condividono lo spirito e i valori di Corri Catania - concludono gli organizzatori, in testa Elena Cambiaghi, Giovanni Nania e Carmelo Prestipino - e che in questo periodo così difficile stanno “correndo” al nostro fianco per centrare l’obiettivo solidale ma anche per dare un tangibile segnale di ripartenza e di speranza”.