All'Orto botanico un "focus" su diamanti e gemme

Al Palazzo centrale esposte le ambre del Simeto

27 Giugno 2019
Alfio Russo

Diffondere le ultime applicazione tecnologiche nel campo dello studio delle gemme per migliorare la conoscenza scientifica dei minerali e anche l'arte. Su questi temi si è incentrata la seconda conferenza nazionale “Diamante e gemme di colore: materiali antichi e moderni, diagnostica avanzata, novità del mercato” che si è svolta nell’aula emiciclo dell’Orto botanico.

Una conferenza che ha rappresentato un importante appuntamento legato al mondo della scienza, dell’arte e della gemmologia e dedicata ai metodi scientifici e allo sviluppo delle tecniche non invasive e non distruttive per lo studio di oggetti e materiali d’interesse gemmologico.

Organizzata dal dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell'Università di Catania, alla conferenza sono intervenuti i rappresentanti degli istituti di ricerca e degli enti che si occupano di gemmologia, tra cui l’Istituto Gemmologico Italiano e rappresentati di numerose università italiane e gruppi di ricerca attivi nell’ambito della mineralogia applicata.

Nel corso della conferenza si è discusso anche delle tecniche per certificare l'autenticità dei gioielli antichi e moderni. E in particolar modo sulle diverse tipologie di gemme: naturali, naturali simulanti, naturali trattate, sintetiche, artificiali e composite. Aspetti fondamentali per la qualificazione delle gemme e di conseguenza per la loro valutazione e commercializzazione. 

Ad aprire i lavori il direttore del dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali, Carmelo Monaco, il direttore dell’Orto botanico, Gianpietro Giusso del Galdo, il presidente della Società italiana di Minerologia e Petrologia, Piergiulio Cappelletti, il presidente dell’Associazione italiana di Cristallografia, Diego Gatta, il presidente del Gruppo nazionale di Mineralogia, Mario Tribaudino. E ancora Loredana Prosperi dell’Istituto Gemmologico Italiano, Mario Giuffrida, presidente della ConfCommercio imprese per l’Italia, Fabio Tortorici, presidente Fondazione centro studi – Consiglio nazionale dei Geologi, e la prof.ssa Germana Barone, delegata del rettore al Sistema museale d’Ateno.

Domani, all’interno del Museo dei Saperi e delle Mirabilia Siciliane al Palazzo centrale, sarà possibile visitare l'esposizione sulle ambre del Simeto.