Unict, attivo via Skype il servizio di counseling psicologico del Centro Orientamento, Formazione & Placement

E anche per i corsi singoli è attiva la modalità di “didattica a distanza”
13 Marzo 2020

Nonostante l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e la conseguente sospensione dell’attività didattica frontale (sostituita da quella a distanza), l’Università di Catania prosegue con le sue attività rivolte prioritariamente ai suoi studenti.

Tra i servizi attivi c’è il counseling psicologico per gli studenti, promosso dal Centro Orientamento, Formazione & Placement (Cof&P) dell’Ateneo. Proprio per l’emergenza Coronavirus, infatti, il centro ha deciso di sospendere i colloqui in sede sostituendoli con la modalità telematica, tramite la nota piattaforma di messaggistica “Skype”.

Il servizio aiuta gli studenti ad affrontare e superare difficoltà personali, relazionali e di studio quali ansia, stress da esami, attacchi di panico o modalità di comunicazione inadeguate, che rendono problematica la loro esperienza universitaria. L’acquisizione di una maggiore consapevolezza delle proprie capacità di “problem-solving” aiuta quindi gli studenti a ritrovare la partecipazione attiva alla vita universitaria.

Chi intende usufruire di questo servizio dovrà prenotare il colloquio inviando una richiesta all’indirizzo di posta elettronica counseling.psicologico@unict.it, indicando nome, cognome, corso di laurea e recapito telefonico. Il colloquio dovrà comunque avvenire in un luogo che possa garantire privacy e assenza di terze persone. Prima del colloquio sarà necessario inviare i moduli del consenso informato e la relativa informativa (che verranno spediti dai funzionari del Cof&P via e-mail) compilati, sottoscritti e firmati, allegando ad essi anche una copia di un valido documento di riconoscimento.

Nell’ambito delle iniziative di didattica a distanza varate dall’Ateneo, sono inoltre aperte fino a venerdì 20 marzo le iscrizioni ai "corsi singoli" per gli insegnamenti le cui lezioni si svolgono nel secondo semestre. Anche gli studenti iscritti ai corsi singoli possono usufruire della "didattica a distanza". Basta accedere alla piattaforma Microsoft Teams loggandosi attraverso l’indirizzo email "Studium" (per gli iscritti ai corsi singoli, la casella e-mail che viene attivata automaticamente corrisponde al codice fiscale seguito da @studium.unict.it) e le credenziali personali valide per l’accesso al Portale Studenti “Smart – Edu”.

L'iscrizione ai corsi singoli è un'opportunità offerta a tutti coloro che, per motivi di aggiornamento culturale e professionale, intendono seguire degli insegnamenti universitari senza essere iscritti ad un corso di laurea. La procedura consente infatti di frequentare le lezioni di insegnamenti a scelta, sostenere i relativi esami (o valutazioni finali di profitto) e di conseguire la regolare attestazione. Gli insegnamenti e i relativi crediti acquisiti possono inoltre essere riconosciuti in caso di successiva immatricolazione ai corsi di studio dell’Ateneo di Catania.

È possibile scegliere tra gli insegnamenti attivati dall'Ateneo ad eccezione di quelli dei corsi di studio a "numero programmato nazionale" (Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, Architettura, Ingegneria edile-architettura, Professioni sanitarie), per un massimo di 40 crediti e non più di 5 insegnamenti per anno.

Per l'iscrizione ai corsi singoli occorre compilare la domanda online collegandosi al Portale Studenti, selezionare la voce di menù "corsi singoli" e scegliere l'insegnamento, o gli insegnamenti desiderati. Un'e-mail successiva comunicherà l'ammontare del contributo, fissato in funzione del numero degli insegnamenti e dei crediti.

Il costo dei corsi singoli è calcolato, infatti, sulla base del numero dei crediti, per un massimo di 30 euro per credito (min 5 euro). Coloro che intendono usufruire della riduzione del contributo in funzione dell’Isee, devono indicare, contestualmente all’iscrizione online, il valore dell’ISEE per le prestazioni per il diritto universitario. Il pagamento del contributo, inizialmente previsto per il 31 marzo, è stato prorogato al 15 aprile.