Fondazione Verga, al via venerdì prossimo la nuova edizione del ciclo di letture sceneggiate “Verga e gli altri”

19 Maggio 2020

Venerdì 22 maggio alle 18, si terrà, in collegamento dal canale Youtube Zammù Multimedia dell’Università di Catania (https://www.youtube.com/zammùmultimediaUniversitàdiCatania), la prima lettura della nuova edizione del ciclo “Verga e gli altri”, promosso dalla Fondazione Verga in collaborazione con il dipartimento di Scienze umanistiche (Disum) dell’Università di Catania e il Teatro della Città. Il primo appuntamento è dedicato alla novella del Verga “Certi argomenti”, con lettura di Raffaella Bella e commento di Giorgio Forni.

Il ciclo di letture sceneggiate, accompagnate da commenti agili e stringenti di esperti di letteratura, semiotica, critica, filologia e linguistica, è nato nel 2012 con il titolo “Verga in pubblico”; l’iniziativa si è poi trasformata nel 2014 quando la Fondazione si è associata all’attività culturale della Biblioteca Regionale Universitaria di Catania, che ha ospitato il ciclo annuale delle letture intitolandolo “Libri ad alta voce”, ed estendendolo ai testi di Capuana e De Roberto.

Dal 2016 questa azione culturale costituisce il principale contributo che la Fondazione Verga offre nell’ambito della “Settimana verghiana”, intitolata “Raccontando Verga”, e organizzata da una rete di enti territoriali e culturali, sorta grazie alla stipula di un protocollo d’intesa sottoscritto anche dall’Università di Catania. Nell’ambito di questa iniziativa ciclica vengono realizzate anche proiezioni di film e sceneggiati di argomento verghiano, che mirano a divulgare, con adeguato commento di specialisti, i testi verghiani.

La sinergia con l’Università, costante sin dagli esordi delle letture sceneggiate, è testimoniata, oltreché dal coinvolgimento dei docenti del Disum nel commento dei testi, dal fatto che molte letture sono state ospitate in sedi dell’Ateneo. Inoltre si è rivelato essenziale l’apporto del prof. Ezio Donato, nel duplice ruolo di attore-regista e di maestro dei giovani attori che svolgono le letture recitate.

Per la sua immediatezza e per la concomitanza di recitazione, commento e accompagnamento musicale, la formula delle letture sceneggiate continua a riscuotere successo tra la comunità scolastica e non solo. La Fondazione propone quindi annualmente un percorso di letture interdisciplinari che coinvolgono letterati, storici, linguisti, filologi, studiosi di teatro e storici della musica, e che mirano a generare un contatto ravvicinato e stabile tra il pubblico di studenti, insegnanti e cittadini comuni e la testualità verista, superando gli schematismi della lettura scolastica.

L’edizione 2020 di “Verga e gli altri”, si terrà a cadenza settimanale e in forma audiovisiva, a causa dell’emergenza da Covid-19. La seconda lettura, dall’opera di Luigi Capuana “Un consulto legale” (letto da Pippo Pattavina con commento di Ambra Carta), si terrà venerdì 29 maggio; seguiranno, venerdì 5 giugno “Lupetto” di Federico De Roberto (letto da Ezio Donato con commento di Rosario Castelli) e venerdì 12 giugno “Bestie” di Federigo Tozzi (letto da Deborah Bernardi con commento di Felice Rappazzo).