Dottorati di ricerca, pubblicato il bando per il 35° ciclo dell’Università di Catania. 134 posti disponibili per 18 corsi attivati

17 Luglio 2019

Diciotto corsi di dottorato (di cui 7 internazionali) , per 134 posti disponibili. E’ questa l’offerta formativa del 35° ciclo (a.a. 2019-20) dei corsi di dottorato dell’Università di Catania, il cui bando è stato pubblicato sul portale www.unict.it.

In particolare, sono stati banditi 114 posti con borse di studio (del valore di 15.343 euro annui lordi ciascuna) - finanziati da fondi d'Ateneo, Regione Siciliana, PON Ricerca & Innovazione 2014/2020, Miur, fondi europei o di altri atenei o enti partner - e 20 senza borsa.

Nove i settori coinvolti: Medicina e Chirurgia (con 3 corsi); Agraria (1 corso); Scienze matematiche, fisiche e naturali (5 corsi); Ingegneria industriale e dell’informazione (1 corso); Giurisprudenza (1 corso); Ingegneria e Architettura (1 corso); Scienze della Formazione (1 corso); Lettere e Lingue (2 corsi); Scienze politiche e sociali (1 corso). A questi si aggiungono 2 corsi interdisciplinari.

Dei 18 corsi, tre hanno accesso per soli titoli: Basic and Applied Biomedical Sciences (settore Medicina e Chirurgia - Internazionale, sede consociata: Università di Creta; 5 posti); Informatica (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali - Internazionale, sede consociata: University of Herfordshire; 10 posti) e Ingegneria dei sistemi, energetica, informatica e delle telecomunicazioni (settore Ingegneria industriale e dell'Informazione; 12 posti).

Sono tre anche i corsi con accesso per titoli, prova scritta e colloquio: Fisica (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali; 8 posti +1 riservato a studenti laureati in università estere); Giurisprudenza (settore Giurisprudenza - Internazionale, sede consociata: Università di Castilla-La Mancha; 7 posti) e Valutazione e mitigazione dei rischi urbani e territoriali (settore Ingegneria e Architettura; 8 posti +2).

Gli ultimi 12, invece, hanno accesso per titoli e colloquio: Agricultural, Food, and Environmental Science (settore Agraria - Internazionale, sede consociata: Università Tecnica di Lisbona; 5 posti); Biomedicina traslazionale (settore Medicina e Chirurgia - Internazionale, sede consociata: Università di Granada; 5 posti); Biotecnologie (settore interdisciplinare; 7 posti); Neuroscienze (settore Medicina e Chirurgia - Internazionale, sede consociata: Università di Bordeaux; 5 posti); Processi formativi, modelli teorico-trasformativi e metodi di ricerca applicati al territorio (settore Scienze della Formazione; 7 posti); Scienza dei materiali e Nanotecnologie (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali; 12 posti); Scienze chimiche (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali - Internazionale, sede consociata: Università di Goteborg; 5 posti); Scienze dell'Interpretazione (settore Lettere e Lingue; 7 posti); Scienze della Terra e dell'ambiente (settore Scienze matematiche, fisiche, naturali; 7 posti); Scienze per il patrimonio e per la produzione culturale (settore Lettere e Lingue; 7 posti); Scienze politiche (settore Scienze politiche e sociali; 7 posti); Sistemi complessi per le Scienze fisiche, socio-economiche e della vita (settore interdisciplinare; 6 posti +1).

Le domande di partecipazione alle selezioni vanno presentate online entro le 12 di mercoledì 7 agosto,  accedendo al Portale Studenti.  Possono partecipare tutti i laureati di vecchio ordinamento, di nuovo ordinamento in possesso di laurea magistrale (o specialistica) o in possesso di un titolo accademico conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. Possono partecipare “con riserva” anche gli studenti iscritti all’ultimo anno di un corso di laurea magistrale, purché si impegnino a laurearsi entro il 31 ottobre e a produrre la documentazione entro il 6 novembre.