Coronavirus, l'anno del lockdown: in bilico libertà, restrizioni e comunicazioni

Lunedì 21 dicembre, alle 17, l’incontro organizzato dalla Scuola Superiore di Catania nell’ambito del ciclo “Diritti e Libertà”
16 Dicembre 2020

La sicurezza e la libertà ai tempi del Covid-19 tra lockdown e misure restrittive finalizzate a tutelare il bene superiore della salute pubblica.

Sono i temi dell’incontro dal titolo “Coronavirus, l'anno del lockdown: in bilico libertà, restrizioni e comunicazioni” in programma lunedì 21 dicembre, alle 17, sulla piattaforma Ms Teams, organizzato dalla Scuola Superiore di Catania nell’ambito del ciclo “Diritti e Libertà” promosso dal Laboratorio di Diritto della SSC per l’anno accademico 2020-2021.

Nel 2020 il governo, al fine di reprimere la diffusione del virus, ha emanato numerosi decreti-legge che hanno introdotto misure destinate al contrasto del Coronavirus e che, al tempo stesso, hanno inciso sulla “libertà” individuale dei cittadini: modo di vivere, di lavorare, di studiare, di relazionarsi. Misure adottate per far fronte alla pandemia con l’obiettivo di bilanciare il diritto fondamentale alla salute con tutti gli altri diritti sanciti e tutelati dalla Costituzione italiana.

Un impatto dirompente da tanti punti di vista: il distanziamento fisico e l’isolamento di miliardi di persone in tutto il mondo hanno inciso sulla vita di ognuno di noi, nel campo sociale, nel campo economico e anche nel campo della comunicazione, con quest’ultima ormai affidata per lo più a piattaforme e social media.

Tematiche che saranno affrontate da docenti ed esperti del settore dell’Università di Catania nel corso dell’incontro: la prof.ssa Ida Nicotra (Diritto Costituzionale al dipartimento di Giurisprudenza), il prof. Bruno Cacopardo (Malattie infettive del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale e Direttore dell’unità operativa malattie infettive dell’ospedale “Garibaldi” di Catania), e il prof. Guido Nicolosi (Sociologia dei processi culturali e comunicativi al Dipartimento di Scienze politiche e sociali).

Nel corso dell’incontro interverranno anche il presidente della Scuola Superiore di Catania, la prof.ssa Maria Rosaria Maugeri, e i responsabili del Laboratorio di Diritto della SSC, i docenti Vincenzo Di Cataldo e Sara Longo.