Pubblicato su Media Inaf uno studio sulla macchia solare scoperta dal team dell’Università e dell’Inaf di Catania

Il gruppo di ricercatori è formato da Salvo Guglielmino e Francesca Zuccarello dell'Ateneo e da Paolo Romano dell’Inaf
11 Agosto 2017

I risultati della ricerca di Fisica Solare condotta dal team di ricercatori formato da Salvo Guglielmino e Francesca Zuccarello dell’Università di Catania e da Paolo Romano dell’Inaf di Catania sono stati menzionati dall'ente di ricerca tramite la pubblicazione sul notiziario online dell'Istituto nazionale di Astrofisica "Media Inaf".

Avvalendosi dei dati del Solar Dynamics Observatory (Sdo) della Nasa e delle immagini in H-alpha raccolte con la barra equatoriale dell’Osservatorio astrofisico dell’Inaf di Catania, il team di ricercatori ha rilevato una grande macchia solare – 4,11 volte le dimensioni della Terra – comparsa nell’aprile 2016 all’interno della regione attiva Ar2529. 

A rendere ancor più particolare la scoperta è la forma della macchia, a cuore, a causa del lungo “baffo” di plasma, più precisamente, un flux rope, un filamento d’estensione superiore al diametro della Terra. 

Articolo: Quella treccia di plasma fra i lobi del cuore