A Washington il secondo Women in Engineering Forum

Si è svolto lo scorso 22 ottobre l'evento dell'Industrial Electronics Society (Ies), organizzato dalla docente dell'Università di Catania Lucia Lo Bello

13 Novembre 2018

Si è svolto lo scorso 22 ottobre a Washington DC si è svolto il secondo Women in Engineering Forum, organizzato dalla prof.ssa Lucia Lo Bello, associato di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni nel dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica (Dieei) dell'Università di Catania e membro dell'AdCom dell'Industrial Electronics Society (Ies) dell'Institute for Electrical and Electronic Engineering (Ieee), nonché rappresentante dell'Ies per le iniziative Women in Engineering.

Il Forum è un'iniziativa nata nel 2017 per favorire il coinvolgimento e la partecipazione attiva delle donne nelle attività tecniche e scientifiche. Non è un incontro riservato alle donne, ma un evento scientifico e di networking aperto a tutti. Il tema principale di quest'anno è stato "Diversity and Inclusiveness" e si è articolato su cinque relazioni invitate, tenute da esponenti di rilievo internazionale del mondo della ricerca industriale e accademica.
Tra gli speaker, il dott. Nicola Palmarini, IBM Research - MIT/IBM Watson AI Lab Cambridge, MA, USA; la dott.ssa Susan Kathy Land, vicepresidente delle Technical Activities di IEEE e Program Manager presso la Missile Defense Agency, USA; la prof.ssa Seta Bogosyan, Docente presso Virginia Tech e presso l'Università dell' Alaska Fairbanks, USA; la dott.ssa Gaetana Sapienza, R&D Manager di ABB Corporate Research e Head of Operations per la startup di ABB denominata SynerLeap, Svezia ; la dott.ssa Clara Otero-Perez, direttore dell'Unità System Innovations della Automotive Business Unit di NXP di Eindhoven, Olanda.

Durante il Forum si è svolta anche una panel discussion sulle opportunità lavorative e sulle criticità incontrate dalle donne che operano nelle aree STEM in generale e nell' ambito di Ingegneria in particolare. Il Forum, oltre a consentire la condivisione di esperienze personali e professionali in un'atmosfera rilassata, è stato anche un evento di networking, utile allo scambio di contatti per collaborazioni future. All'evento hanno partecipato ricercatori, studenti di dottorato e docenti di diversi paesi, quali USA, Cina, Canada, Australia, Serbia, Portogallo, Svezia, Italia, Spagna, Libano, Polonia, India.