Università di Catania, stabilizzati altri 40 lavoratori precari

Hanno firmato il nuovo contratto a tempo indeterminato 19 lavoratori fino ad ora impegnati con un contratto a tempo determinato e 21 lavoratori impegnati in Progetti di utilità collettiva

2 Agosto 2017
U.s.

Sono state stabilizzate martedì 1° agosto quaranta unità di personale d'Ateneo fin qui impegnate con contratto di lavoro a tempo determinato. A sottoscrivere il contratto di lavoro a tempo indeterminato 19 lavoratori td e 21 lavoratori impegnati in Progetti di utilità collettiva (PUC), che stamattina sono stati ricevuti dal rettore Francesco Basile e dal direttore generale Candeloro Bellantoni.

“Oggi si chiude un percorso, quello del lavoro precario, e se ne apre un altro – ha detto il rettore -. Questa amministrazione, nel prosieguo del lavoro della precedente, sta procedendo alla stabilizzazione del personale precario affinché si elimini del tutto ogni forma di precariato che non aiuta la produttività dell’Ateneo. Vogliamo dare certezze a tutti i lavoratori e al tempo stesso riorganizzare il personale al fine di utilizzarlo al meglio secondo le proprie capacità e renderlo così il più produttivo possibile. Per ottenere questi obiettivi occorre la collaborazione di tutto il personale a cui chiedo il massimo impegno per far diventare Catania sempre più un ateneo dalle grandi potenzialità e funzionalità”.

Sulla stessa linea il direttore generale che ha confermato “l’impegno dell’amministrazione nel rendere più stabile la posizione lavorativa del personale, anche sulla base di quanto stabilito dalla nuova legge Madia, che ci consente di dare risposte positive a numerosi lavoratori attualmente precari”.