Una startup nata nell'Ateneo catanese vince il concorso Amazon Web Services "City on a Cloud"

"Park Smart", app che aiuta gli utenti nel trovare parcheggio, vince il primo premio nella categoria "Partners in Innovation". I suoi innovativi algoritmi sono nati nelle stanze dell'IpLab del dipartimento di Matematica e Informatica

12 Novembre 2015
Alfio Russo

C'è un pezzo dell'Ateneo di Catania nel "segreto informatico" della startup siciliana "Park Smart" che ha sbaragliato la concorrenza nella categoria "Partners in Innovation" del concorso "City on a Cloud" promosso da Amazon Web Services.
Gli innovativi algoritmi di video analisi di Park Smart, infatti, sono stati realizzati nelle stanze dell'IPLab (Image Processing Laboratory) del dipartimento di Matematica e Informatica grazie alla stretta collaborazione tra il team della startup ed i docenti etnei Sebastiano Battiato e Giovanni Maria Farinella.
Una startup che ha mosso i primi passi proprio all'interno del dipartimento di Matematica e Informatica dell'Ateneo catanese e guidata dal dott. Giuseppe Patanè, ex studente dell'Università di Catania ed attuale Chief Technology Officer di Park Smart. A comporre il team anche Carlo Sciuto (Chief Marketing Officer) e Pierluigi Buttiglieri (Chief Operations Officer).

"IPLab ha offerto alla startup i propri algoritmi di visione artificiale rivestendo il ruolo di partner tecnologico - spiegano Battiato e Farinella - e non a caso Park Smart, insieme con l'Università di Catania, è titolare di un progetto-pilota relativo alla gestione di una sezione del parcheggio della Cittadella che consente di monitorare ed informare l'utente della disponibilità dei posti-auto. Ed, inoltre, la startup, proprio per rafforzare il rapporto con l'Ateneo di Catania, ha finanziato un dottorato di ricerca in informatica del 31esimo ciclo relativo al triennio 2015-2018 appena avviato".
Un progetto-pilota che Park Smart ha ripreso e perfezionato per la competizione promossa a livello mondiale da Amazon Web Services che ha individuato i migliori progetti in ambito Smart City basati su tecnologie Cloud.

Park Smart, grazie alla estrema versatilità della sua configurazione Cloud based ed al suo innovativo software di video analisi si è aggiudicato il premio (25 mila dollari di crediti per servizi Cloud) che sarà usato per finanziare l'utilizzo delle più avanzate tecnologie Amazon Web Services potenziando così la scalabilità della soluzione Park Smart e di conseguenza permettere alla startup siciliana di offrire un servizio di classe Enterprise sempre più robusto ed efficiente ai propri clienti.
Park Smart è un servizio che consente all'utente di sapere in qualsiasi momento dove potrà parcheggiare sia nella zona in cui si trova, sia in luoghi ancora più distanti che verranno monitorati con costanza dal servizio. Il segreto principale dell'app consiste nel fatto che se l'utente dovesse andare in zone molto trafficate verrà informato sulla disponibilità dei posti-auto ed, inoltre, il monitoraggio degli stalli viene realizzato mediante video-analisi con apposite telecamere che inquadrano gli stalli. L'utente, in tal modo, potrà riconoscere se lo stallo è libero o meno.

Adesso Park Smart insieme al laboratorio di ricerca IPLAB, dopo aver conquistato la Silicon Valley (dove un mese fa aveva già siglato l'accordo di partnership con Amazon), approderà a Barcellona per lo Smart City World Expo.