Un progetto per introdurre l'informatica nelle scuole primaria e secondaria

Al via "Programma il futuro 2015-2016", il progetto del Miur al quale aderisce anche l'Università di Catania

7 Dicembre 2015
Alfio Russo

L'informatica approda nelle scuole primaria e secondaria di primo grado grazie ad un'iniziativa dell'Università di Catania, che ha aderito - tramite il corso di laurea in Informatica - al progetto del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca denominato "Programma il futuro 2015/2016".

Già dal 7 al 13 dicembre prossimi prenderanno il via i primi interventi formativi, in contemporanea con l'iniziativa internazionale della "Settimana del codice", coinvolgendo inizialmente 4 istituti comprensivi scolastici etnei che faranno da "pilota" e precisamente "Scandura" di Aci Catena, "Parini" di Catania, "Leonardo da Vinci" di Mascalucia" e "Don Milani" di Misterbianco.

L'iniziativa è stata illustrata mercoledì scorso, nella sala consiglio del dipartimento di Matematica e Informatica, dal presidente del corso di laurea, prof. Sebastiano Battiato, il quale ha evidenziato le finalità del progetto ed in particolar modo "l'introduzione nelle scuole primaria e secondaria di primo grado di una formazione ai concetti base della disciplina grazie alla partecipazione attiva di insegnanti che volontariamente terranno alcune lezioni di 'Introduzione al Pensiero Computazionale' e di 'Programmazione' col supporto di alcune realtà aziendali del settore operanti sul territorio come la Micron e la Open Innovation di Tim tramite il Joint Open Lab Wave di Catania".

"L'esito positivo del progetto sarà valutato tramite la partecipazione degli alunni e lo sviluppo delle loro capacità di analisi e problem solving di situazioni semplici e complesse, avvalendosi anche delle strumentazioni tecnologiche - ha aggiunto Battiato -. A conclusione delle lezioni, gli alunni saranno in grado di programmare semplici giochi e piccole storie e riceveranno anche un attestato di partecipazione".