Un corso per avvicinare gli studenti alle esigenze tecnologiche delle aziende

Al dipartimento di Matematica e Informatica sarà presto inaugurato il nuovo corso opzionale in "Technologies For Advanced Programming"

28 Febbraio 2017
G.M.

Sarà inaugurato il prossimo 15 marzo, al dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università di Catania, la prima edizione del corso "Technologies For Advanced Programming (TAP)", incardinato all'interno del corso di laurea in Informatica, dove è inserito nell'offerta formativa del III anno come corso "opzionale".

Il corso - che ha il coordinamento scientifico dei docenti Giovanni Giuffrida e Sebastiano Battiato presenta delle novità sia nella sue genesi che nella sua progettazione. "Si assiste oggi ad un proliferare di tecnologie che vengono rapidamente adottate dall’industria e che comunque tendono, altrettanto rapidamente, a scomparire" ha affermato il prof. Battiato. "Le aziende del mondo ICT si trovano costrette ad un inseguimento tecnologico molto costoso rispetto a competenze tecniche e di conoscenza di strumenti e pacchetti software legati al trattamento e in generale al mining di grossi quantitativi di dati di diversa natura e spesso non strutturati. Questo corso vuole colmare tale gap, attraverso una programmazione didattica basata sul contributo seminariale di esperti esterni, in grado di adattarsi ai nuovi bisogni tecnologici di un’azienda moderna".

"Il corso TAP è veicolato da un comitato scientifico costituito da rappresentanti di alto livello di Aziende leader in Italia che hanno fame di tecnologia all’avanguardia" ha continuato Battiato. "Tali tecnologie sono spesso molto veloci e per questa loro natura non trovano spazio all’interno di un corso universitario tradizionale. Si è quindi organizzato il corso TAP spronando le aziende a raccontarci i loro bisogni tecnologici del prossimo futuro. Le aziende coinvolte rappresentanto delle realtà territoriali molto importanti e sono: Omincom Media Group, Neodata Group, Gruppo Mediaset Publitalia'80, LuTech e Cuebiq".

"Il comitato scientifico - ha concluso il prof. Battiato - si riunisce una volta all’anno proprio per decidere, di anno in anno, i temi per l’anno accademico successivo. Ciò garantisce agli studenti una formazione sempre allineata ai veri bisogni delle aziende. Ci si occupa quindi di trovare i migliori docenti (sia esterni che interni, o offerti dalle stesse aziende partecipanti) per insegnare tali tecnologie con un taglio quanto più aziendale possibili. Il corso è molto hands-on in modo da dare allo studente un accesso privilegiato alle piattaforme tecnologie in uso nelle aziende. Il risultato finale, per lo studente, è una preparazione di base in quelle tecnologie e metodologie calde con l'obiettivo primario di accelerare l'ingresso nel mercato del lavoro".