Solidarietà alle università turche

L'Ateneo di Catania esprime forte condanna per le inaccettabili misure adottate dal Governo turco a seguito del tentativo di colpo di stato del 15 luglio: “Inaccettabili misure contro le libertà di ricerca, insegnamento e autogoverno”

22 Luglio 2016

L’Università di Catania, in accordo con tutti gli altri Atenei italiani e in sintonia con la posizione assunta dall’European University Association (Eua), esprime forte condanna per le inaccettabili misure adottate dal Governo turco a seguito del tentativo di colpo di stato del 15 luglio.
Tali misure colpiscono i diritti civili dei singoli e delle collettività. In particolare, vengono mortificate le libertà di ricerca, insegnamento, autogoverno per lunga tradizione proprie delle Università ed essenziali alla loro vita.
Già nell’immediato, le misure del Governo turco provocano gravi danni alle collaborazioni oggi attive e stabilite grazie a un lungo percorso ispirato a valori che oggi vengono negati.
Questi sviluppi troveranno da parte nostra concrete risposte, per un verso, di condanna degli abusi, per altro verso, di solidarietà alle Comunità universitarie turche, ai docenti, ai ricercatori, agli studenti.

Prof. Giacomo Pignataro
Rettore Università di Catania