Scoprire il mondo della diplomazia in un’ambasciata italiana all’estero

L’esperienza di Giuseppe Cuscunà, primo laureato del Double Degree degli atenei di Catania e Heidelberg

3 Maggio 2021
Alfio Russo

È il primo laureato del “Double Degree” istituito dagli atenei di Catania e Heidelberg. Un’opportunità che gli ha permesso di vivere una straordinaria esperienza formativa e culturale nell’Ambasciata Italiana in Slovenia, a Lubiana.

Giuseppe Cuscunà, nei giorni scorsi, ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Classica, un titolo accademico che grazie al Double Degree, l’accordo vigente tra il Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Catania e il Seminar für klassische Philologie - Latinistik della Ruprecht-Karls-Universität di Heidelberg, è riconosciuto in Italia e in Germania.

«Il Double Degree istituito dai due atenei consente ogni anno a cinque studenti di poter vivere un’esperienza di internazionalizzazione estremamente formativa – spiega il dott. Giuseppe Cuscunà -. Gli studenti dell’ateneo di Catania, infatti, hanno l’opportunità di studiare per due semestri in una delle università più antiche e prestigiose della Germania e vivere la vita da studente in una città universitaria piena di opportunità di ogni genere. La laurea ottenuta ha pieno valore legale in Germania e quindi potrò partecipare ai concorsi riservati ai laureati tedeschi per importanti posizioni nel Parlamento Europeo».

«Dal punto di vista formativo, attraverso un iter che arricchisce molto l’approccio filologico italiano, poiché si viene guidati con un metodo radicalmente diverso e per certi versi innovativo, viene coniugata la scientificità dell’approccio filologico tedesco all’apertura dei metodi di insegnamento moderni – aggiunge -. Così si finisce per passare gradevoli momenti di svago con i docenti nel corso di ricerche negli antichi archivi dove si può toccare con mano l’antico testo su cui si lavora».

«Un’opportunità davvero significativa per il futuro professionale di un laureato in lettere antiche, laddove si intenda la formazione classica come un filtro attraverso il quale decodificare la realtà con apertura, trovandosi a proprio agio nell’affrontare sfide professionali sempre inaspettate quanto gradite» spiega il dott. Cuscunà.

E tra i benefici del Double Degree il primo laureato racconta dell’importante esperienza di internazionalizzazione vissuta. «Ho vinto un bando che mi ha consentito di vivere un’esperienza lavorativa di tre mesi nell’Ambasciata Italiana in Slovenia, a Lubiana – spiega -. Ho avuto l’opportunità di confrontarmi con un mondo che non credevo avrei mai avuto l’occasione di conoscere: quello della diplomazia. L’esperienza è stata estremamente stimolante, in quanto mi ha consentito di partecipare e collaborare quale funzionario diplomatico in eventi ufficiali importanti per la Slovenia, di arricchire la Biblioteca dell’ambasciata grazie alla fiducia accordatami dal direttore e, in seguito ad una convenzione che vedeva gemellato l’Istituto Italiano di Cultura con il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Lubiana, di svolgere esperienze accademiche».

E in futuro il dott. Cuscunà punta ad «approfondire le competenze accademiche e continuare nel mondo della ricerca e, inoltre, grazie a questo doppio titolo, partecipare ai concorsi per diversi ruoli di prestigio al Parlamento Europeo o anche immaginare un futuro da funzionario culturale o diplomatico di ambasciata». «Opportunità che cinque anni fa, da studente di Lettere classiche, non avrei mai immaginato, ma che grazie al Double Degree, e soprattutto al concreto impegno dei docenti Rosa Maria D’Angelo e Orazio Portuese, posso cogliere» conclude il neo-laureato.

Il dott. Giuseppe Cuscunà