Robotica, un team catanese protagonista di una competizione internazionale ad Abu Dhabi

La squadra dell'Università di Catania, composta da studenti, docenti e assegnisti dei dipartimenti di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica e di Matematica e Informatica, nella top 15 della gara promossa dalla Khalifa University

15 Marzo 2017

Sta ben figurando la squadra dell'Università di Catania selezionata lo scorso maggio per la Competizione internazionale di Robotica “Mohamed Bin Zayed International Robotics Challenge” (MBZIRC), organizzata dalla Khalifa University di Abu Dhabi, dal montepremi di ben 5 milioni di dollari

Il team catanese - composto da 3 docenti, 2 assegnisti e 8 studenti - ha superato le prime fasi della gara entrando tra i primi 15 classificati. La competizione consiste nel realizzare e dimostrare un drone robotico autonomo in grado di identificare un veicolo in movimento ed atterrarci sopra in modo automatico; la squadra ha brillantemente superato la manche registrando un atterraggio in 140 secondi su un veicolo che viaggava alla velocità di 15km/h.

La gara è stata organizzata dalla Khalifa University per promuovere la ricerca nel campo della robotica. Per questo motivo, è stato indetto un concorso con l'obiettivo di contribuire al finanziamento di alcuni tra i migliori progetti. La selezione, che è stata effettuata sia sulla base della qualità del progetto che dell'esperienza mostrata dal gruppo di ricerca proponente, ha visto partecipare 143 tra le migliori Università del mondo; tra esse, sono state selezionate solamente 15 squadre che riceveranno un contributo, tra cui quella dell'Università di Catania. Per l’Italia, oltre a Catania partecipano anche la Scuola Superiore S. Anna di Pisa e l’Università di Padova.

Poiché le tematiche tecniche da affrontare sono molteplici, il team dell’Università di Catania è formato da una compagine variegata che include non solo i docenti coordinatori ma anche assegnisti, dottorandi e studenti. I dipartimenti coinvolti sono il dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica ed Informatica (Dieei) ed il dipartimento di Matematica e Informatica (Dmi), con i corsi di Laurea Magistrale in Automation Engineering and Control of Complex Systems e di Informatica, dei quali fanno parte i 10 studenti del team. Il coordinamento è affidato al prof. Giovanni Muscato e all'ing. Luciano Cantelli e Carmelo Donato Melita (Dieei, gruppo di Robotica) e ai prof. Corrado Santoro (Dmi, gruppo di Sistemi Autonomi), Sebastiano Battiato e Giovanni Maria Farinella (Iplab-Dmi, gruppo di Computer Vision). Il team potrà anche contare sulla collaborazione con il System Lab di STMicroelectronics, diretto dall’ing. Nunzio Abbate e all’aiuto della Micron Foundation, della Kevin Schurter, della Etnamatica e della Oranfresh.

Il successo nella selezione e nel superamento della prima fase sono il frutto della lunga e qualificata esperienza nella realizzazione e controllo di droni e nelle tecnologie e metodologie di visione artificiale, sviluppate negli ultimi anni dai gruppi di ricerca coinvolti.

 

Links correlati
La pagina Facebook del progetto