Radioattività ambientale, inaugurata ieri pomeriggio la Summer School

Fino a domenica studenti e docenti da tutta Italia approfondiranno i temi legati alla radioattività naturale

19 Settembre 2019
Mariano Campo

È stata inaugurata ieri pomeriggio, nell’aula magna del dipartimento di Fisica e Astronomia "Ettore Majorana" dell’Università di Catania la EtnaRadioLab Summer School, una "scuola estiva" che ospita studenti di tutta Italia, per discutere di radioattività ambientale.

L’iniziativa è organizzata dal Piano Lauree Scientifiche Fisica, con il supporto del Dfa e con la collaborazione di alcuni dei più importanti enti di ricerca catanesi, i Laboratori nazionali del Sud dell’Istituto nazionale di Fisica nucleare, la sezione catanese dell’Infn, e l’Osservatorio etneo dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Fino a domenica studenti e docenti provenienti da diverse regioni italiane approfondiranno i temi legati alla radioattività naturale, collegandola alle sue origini geologiche, ai suoi effetti biologici sugli esseri viventi, oltre che alle varie tecniche di misura e all'analisi dei dati e agli esiti dell'indagine sulla percezione del rischio. In questo senso, l'Etna sarà l'eccezionale laboratorio a cielo aperto in cui gli studenti e i loro insegnanti parteciperanno alle attività sperimentali.

I lavori della Summer School sono stati aperti dalla professoressa Josette Immè, che ha introdotto il tema di studi, e dagli interventi degli esperti Angelo Pagano (E. Majorana e la prima tesi di laurea in Italia sulla radioattività) e Santi Spartà (Le radiazioni intorno a noi).