Premiati i vincitori della XXV edizione dell’Etniade 2016

Lorenzo Salerno del liceo scientifico “Majorana” di Caltagirone ha conquistato la gara individuale, i licei scientifici “Principe Umberto” di Catania e “Archimede” di Acireale la gara a squadre

13 Maggio 2016
Alfio Russo

Lorenzo Salerno della II B del liceo scientifico “Majorana” di Caltagirone ha conquistato la gara individuale della XXV edizione della “Etniade”, la gara di matematica organizzata dal dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania nell’ambito delle attività del “Piano lauree scientifiche” riservata agli studenti del biennio degli istituti secondari superiori statali non professionali della Sicilia.
Un successo netto per lo studente calatino, frutto di una gara impeccabile visto che non ha commesso alcun errore nei 10 quesiti riguardanti varie branche della matematica (geometria, algebra, aritmetica, logica e probabilità) sottoposti dalla commissione ai 360 studenti in rappresentanza di 31 scuole delle province di Catania, Enna, Ragusa, Siracusa.

Una prova che ha permesso a Salerno di conquistare il punteggio massimo (100/100) previsto dalla competizione che si è svolta il 21 marzo scorso.
Sul podio anche Alessandro Greco (89,93) della II C del liceo scientifico “Archimede” di Acireale e, ex aequo, Paolo Mastroianni della I D del liceo scientifico “Farinato” di Enna e Nicolò Mazzola (89,91) della I D del liceo “Principe Umberto” di Catania.
A premiarli, ieri, nel corso della cerimonia che si è tenuta nella gremita aula magna del dipartimento di Matematica e Informatica, è stato il rettore dell’Ateneo Giacomo Pignataro insieme con il coordinatore del Nucleo di ricerca didattica e il direttore del Dmi, Mario Pennisi e Giovanni Gallo.

La gara a squadre, invece, la cui graduatoria è stata stilata considerando i migliori quattro studenti di ogni scuola, ha registrato il successo del liceo “Principe Umberto” di Catania e dal liceo scientifico “Archimede” di Acireale, primi ex aequo. Sul podio anche il liceo scientifico “Galilei” di Catania.

Nel corso della cerimonia, grazie a un video-messaggio, Luca Lanzanò, vincitore della quarta edizione (1995), oggi ricercatore del dipartimento di Nanofisica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, ha raccontato la sue esperienza ai partecipanti.

Dopo 25 anni di attività il medagliere delle scuole vede al 1° posto il Liceo “Galilei” di Catania, al 2° posto il Liceo “Principe Umberto” di Catania e al 3° posto il Liceo scientifico “Archimede” di Acireale.
La consegna dei premi è stata preceduta da una conferenza del prof. Enrico Foti, direttore del dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Catania, dal titolo “La matematica nelle grandi opere di ingegneria”.

N.B. LE FOTO DEI TRE STUDENTI PREMIATI SONO PUBBLICATE PER GENTILE CONCESSIONE DI GIUSEPPE LAZZARA