Policlinico, aula intitolata al prof. Beniamino Scilletta

Il rettore Basile: "Una persona perbene e un punto di riferimento per colleghi e studenti"

 

28 Settembre 2018
Giuseppe Melchiorri

“Era innanzitutto una persona perbene, un individuo di grande levatura morale e un esempio di come vivere la vita, al di là della professione”. Così il rettore Francesco Basile ha voluto ricordare il prof. Beniamino Scilletta, recentemente scomparso, appena pochi mesi dopo il suo pensionamento e a cui il dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e Tecnologie avanzate “Gian Filippo Ingrassia” dell’Università di Catania ha voluto intitolare un’aula dei suoi locali, in particolare l’“auletta 7”.

Alla cerimonia di intitolazione, che si è svolta giovedì pomeriggio, sono intervenuti anche il presidente della Scuola di Medicina Giuseppe Sessa e il direttore del dipartimento Stefano Puleo. “Come professionista è stato esemplare - ha continuato il rettore Basile -, una guida per tanti giovani e un punto di riferimento per tutti i colleghi, me compreso. Speriamo che questo nostro piccolo gesto possa contribuire ad alleviare il dolore dei suoi familiari”. “Ci sembrava doveroso ricordare un amico e un collega dedicandogli un piccolo spazio del dipartimento dove per tanti anni ha lavorato” ha affermato il prof. Puleo alla presenza di studenti, parenti e colleghi del docente. “A breve - ha poi annunciato il direttore - faremo lo stesso per un altro stimato collega che è venuto a mancare prematuramente, il prof. Francesco Le Pira a cui intitoleremo un’aula della Clinica neurologica”. “Il fatto che sia stato deciso di intitolare quest’aula a Beniamino - ha sottolineato il presidente Sessa - è un’ulteriore dimostrazione di quanto fosse stimato da tutti i colleghi”.

Insigne medico e docente, il prof. Scilletta ha svolto la sua attività scientifica e didattica al dipartimento di Scienze chirurgiche, Trapianti d’Organo e Tecnologie avanzate fino al 2014, quando è entrato a far parte del neo costituito dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e Tecnologie avanzate. Nell'anno accademico 1990-91 gli è stato conferito l'incarico di insegnamento di Chirurgia generale per la patologia intersistemica alla Scuola di Specializzazione in Chirurgia dell'Apparato digerente ed Endoscopia digestiva dell’Ateneo catanese, riconfermato per ogni anno accademico. Ha anche tenuto gli insegnamenti di "Metodologie sperimentali e applicazioni tecnologiche in Chirurgia", di “Semeiotica chirurgica”, di “Chirurgia generale”, e di “Chirurgia laparoscopica”, nel corso di laurea e nelle scuole di specializzazione.

Dal 1989, anno del suo trasferimento al Policlinico di Catania ha eseguito oltre duemila interventi chirurgici come primo e secondo operatore, con interventi sull'apparato digerente, urinario, endocrinochirurgia, chirurgia toracica, chirurgia laparoscopica. E’ andato in pensione il 1° novembre 2017 ed è purtroppo venuto a mancare appena pochi mesi dopo, nel mese di luglio del 2018.