Pasqua 2018, il messaggio augurale del rettore Francesco Basile

"Costruiamo un futuro migliore per il nostro Ateneo, con l’operosità e il senso di responsabilità di ciascuno, con un lavoro corale mirato al raggiungimento di nuovi e sempre più ambiziosi traguardi"

27 Marzo 2018

Cari Docenti, Studenti e Personale tecnico-amministrativo,

desidero formularvi i miei più sentiti auguri per la Santa Pasqua, che sarà per tutti momento di serenità familiare e di riflessione personale.

Accanto al significato cristiano, mi piace richiamare l’antica simbologia del “passaggio” e della “rinascita” oltre ad una positiva visione del futuro che vorrei trasferire a tutti voi. E un futuro migliore per il nostro Ateneo si può certamente costruire, ma solo con l’operosità e il senso di responsabilità di ciascuno, con un lavoro corale mirato al raggiungimento di nuovi e sempre più ambiziosi traguardi.

Vi ho parlato degli obiettivi che ci siamo dati per lo sviluppo dell’Università in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, lo scorso 24 febbraio, ma desidero richiamare le prossime sfide riassumendole in tre parole: accreditamento, internazionalizzazione e riorganizzazione amministrativa.

Come noto, il percorso verso l’accreditamento dell’Ateneo da centrare nel 2020 si è già avviato, ma molto deve essere fatto e tutte le componenti accademiche rivestono un ruolo importante in questo processo che può e deve rappresentare un’occasione per crescere insieme e rendere omogenei percorsi didattici e procedure amministrative innalzando la qualità complessiva dei nostri servizi.

Aprire alla dimensione internazionale è una priorità. Essere proattivi nel contesto della ricerca internazionale, dell’accesso ai finanziamento europei per la cooperazione con paesi terzi e del reclutamento di docenti, ricercatori e studenti stranieri, così come lavorare alla progettazione di corsi di studio congiunti, è oggi il dovere di chi opera in ambito universitario. La visita istituzionale a Bruxelles l’8-9 marzo scorsi e gli incontri della nostra delegazione con i vertici delle agenzie europee, ci hanno aperto nuove prospettive e ci permettono di guardare con ottimismo al ruolo che possiamo giocare anche grazie alla collaborazione con la Regione Siciliana e alla possibilità di integrare fondi diretti e fondi strutturali su diverse misure della strategia europea per la ricerca e l’alta formazione.

La riorganizzazione amministrativa deve essere coraggiosa. Il cambiamento non deve spaventare chi opera da lungo tempo nel nostro Ateneo, al contrario deve essere inteso come un’opportunità da cogliere con impegno e fiducia. Le nuove aree dirigenziali, la cui attivazione è stata di recente approvata dagli organi di governo, saranno il terreno dell’innovazione e arricchiranno il patrimonio di esperienze già consolidate del nostro Ateneo.

Spero che possiate trascorrere le Festività in armonia e tranquillità e auguro a tutti voi una felice Pasqua.

Il Rettore Francesco Basile