"Park Smart" allo "Smart City World Congress" di Barcellona

La startup catanese, i cui algoritmi sono stati realizzati nelle stanze dell'IPLab dell'Università di Catania, ha stabilito diversi contatti con potenziali partners internazionali

23 Novembre 2015

Più di un centinaio di contatti internazionali sono stati stabiliti dalla start up catanese "Park Smart" allo "Smart City World Congress" che si è svolto la scorsa settimana a Barcellona.  
L'azienda si è distinta proponendo tecniche innovative per il monitoraggio e la gestione dei parcheggi tramite algoritmi di Computer Vision realizzati grazie alla collaborazione con i professori dell'Università di Catania Sebastiano Battiato e Giovanni Maria Farinella.
 
"Gli algoritmi di Visual Intelligence pensati e sviluppati nel laboratorio di ricerca IpLab del dipartimento di Matematica e Informatica permetteranno alla startup Park Smart di competere con le più grosse aziende del panorama internazionale" - ha dichiarato Giovanni Maria Farinella. "Solo attraverso il trasferimento della conoscienza alle aziende del territorio si può immaginare un futuro in cui la ricerca ha un ruolo chiave per lo sviluppo. Il nostro gruppo di ricerca attraverso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università di Catania ha già messo a frutto diverse collaborazioni con le aziende del territorio tra cui quella con Parksmart." - ha aggiunto Sebastiano Battiato (presidente del Corso di Laurea in Informatica).
 
Nei prossimi giorni il team di Parksmart composto da Pierluigi Buttiglieri (COO), Carlo Sciuto (BDM) e Giuseppe Patane (CTO) incontrerà in via telematica le delegazioni di alcuni Paesi stranieri che hanno espresso la volontà di adottare la soluzione Park Smart per migliorare la gestione dei parcheggi delle loro città prevedendo progetti pilota.
 
Nei prossimi mesi verrà rilasciata l'applicazione mobile per la la gestione del parcheggio dell'Università usato come pilota per città di Catania.