Palio d'Ateneo, Ingegneria ancora campione

La rappresentativa degli ingegneri ha vinto la XII edizione della manifestazione goliardico-sportiva promossa dal Cus Catania, in collaborazione con i rappresentanti degli studenti agli organi superiori. Si tratta della loro undicesima vittoria

26 Maggio 2015
Giuseppe Melchiorri

E'ancora una volta la rappresentativa dei dipartimenti di Ingegneria adaggiudicarsi il primo posto nel Palio d'Ateneo, la kermesse goliardico -sportiva giunta alla sua XII edizione e organizzata dal Centro universitariosportivo (Cus) di Catania con la collaborazione dei rappresentanti deglistudenti agli organi collegiali.

Lamanifestazione si è svolta il 27 - nel "Villaggio Turistico Le Capannine"-  e il 28 maggio - negli impianti delCus Catania - e ha visto trionfare gli studenti di Ingegneria con 379 punti,seguiti dai colleghi di Medicina con 364 punti. Completano il podio, con 316punti, gli studenti di Economia.

Lasquadra di Ingegneria si conferma quindi "campione" in carica e assolutadominatrice della manifestazione con ben undici successi. Solo nel 2010,infatti, è uscita sconfitta per mano dei "cugini" di Architettura, chequest'anno si sono classificati soltanto noni. Quest'anno, inoltre, Ingegneriaha fatto il pieno di premi, avendo vinto anche il torneo di Calcio a 5 dedicatoa Pierpaolo Pulvirenti, studente di Farmacia tragicamente scomparso l'11 aprile2011, succedendo nell'albo d'oro proprio ad Architettura.

Ilgiorno 27 al "Villaggio Turistico Le Capannine" si erano svolte le gareacquatiche di canoa, l'aquatic runner maschile e femminile, i tornei di beachvolley e di beach tennis maschili e femminili, il torneo di beach soccermaschile, il tiro alla fune misto e il "dragon zavorrato" (corsa di velocitàtra ragazzi con ragazze sul "groppone"), disciplina varata durante i giochi insostituzione del dragon boat (non disputato). Le avverse condizioni del marenon hanno permesso lo svolgimento della gara di pedalò e del k2 misto.

Aldi là dei risultati sportivi, la kermesse si è confermata un grande successocon la partecipazione di centinaia di studenti tra partecipanti alle gare espettatori, incentivati anche dalla decisione del rettore  Giacomo Pignataro di sospendere per giorno 28 tutte le lezioni.