Palio d’Ateneo 2017, vince Medicina

Ingegneria e Professioni sanitarie completano il podio. Grande successo per la tradizione kermesse promossa dal Cus Catania e che ha coinvolto gli studenti di tutti i dipartimenti

26 Maggio 2017
Giuseppe Melchiorri

Per il secondo anno consecutivo è la Scuola di Medicina a vincere il Palio d’Ateneo, la kermesse goliardico-sportiva promossa dal Cus Catania, giunta quest’anno alla XIV edizione.
Dopo due giorni intensi di gare,  il 24 maggio al Lido Le Capannine con i giochi acquatici, e il 25 maggio negli impianti del Cus, i ragazzi di Medicina hanno ottenuto il primo posto con 431 punti. Un successo per il quale si erano già poste le basi al termine del primo giorno di competizione, chiuso in testa dai giovani aspiranti medici con 161 punti.  Al secondo posto i pluricampioni di Ingegneria con 403 punti.  A completare il podio Professioni sanitarie con 346 punti.  Ingegneria resta comunque saldamente in testa all’albo d’oro essendosi aggiudicata ben undici delle edizioni  precedenti.

Come ogni anno grande è stata la partecipazione della comunità studentesca, favorita anche dalla decisione del rettore Francesco Basile di sospendere le lezioni nei due giorni della manifestazione. Grande novità la partecipazione, per la prima volta, della squadra della Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature straniere di Ragusa, classificatasi al 13 posto. Come ogni anno si è svolto anche il torneo di calcio dedicato alla memoria di Pierpaolo Pulvirenti, il giovane studente di Farmacia tragicamente scomparso nel 2011.

Proprio la mamma di Pierpaolo, la signora Milena Pulvirenti, è stata presente alla cerimonia di inaugurazione del Palio che si è svolta ieri al Cus alla presenza del rettore Francesco Basile, del presidente del Cus Luca Di Mauro e del Comitato per lo Sport dell’Università di Catania Giuseppe Compagnini. “Pierpaolo era un ragazzo splendido – ha affermato il rettore Basile abbracciando una commossa signora Pulvirenti – e vivrà sempre nei nostri ricordi”. In precedenza il rettore aveva voluto lanciare un messaggio  a tutti gli studenti:  “Oggi è una giornata di festa e mi auguro che la possiate affrontare con questo spirito. Il Palio è ormai un appuntamento che fa parte della tradizione del nostro Ateneo e lo sosteniamo con tutti i mezzi possibili”.