Oltre duemila visitatori alla Settimana della cultura scientifica e tecnologica

Angelo Pepe del Liceo Classico Cutelli di Catania con la foto “Il coraggio della curiosità” si è aggiudicato il concorso fotografico “Scatti@Scienza

6 Febbraio 2018
Alfio Russo

Hanno scoperto i “luoghi della scienza” e il lavoro quotidiano di ricercatori, scienziati e naturalisti con curiosità grazie alle attività didattico-culturali-scientifiche finalizzate a far conoscere i temi affascinanti e sempre più importanti della scienza e della tecnica.

Anche quest’anno oltre duemila giovani visitatori – in particolar modo studenti delle scuole secondarie di secondo grado provenienti dalla Sicilia orientale e anche dalle provincie di Agrigento, Ragusa, Caltanissetta e Enna -  sono rimasti incantati dalle attività degli scienziati nei luoghi etnei dove concretamente si svolge la ricerca oltre a essere i protagonisti della maratona della XXVII edizione della “Settimana della Cultura scientifica e tecnologica”, promossa annualmente dal Miur con il supporto organizzativo del piano Lauree Scientifiche.

Un’iniziativa – coordinata dalla prof.ssa Josette Immè - che si è conclusa, nell’aula magna della Città della Scienza dell’Università di Catania, con la cerimonia di premiazione del concorso fotografico “Scatti@Scienza”, quest’anno incentrata sui temi “Donne e Scienza. A 150 anni dalla nascita di Marie Curie” e “Tecnologie di ieri e di oggi: i passi delle scienze” che ha registrato una larga ed entusiastica partecipazione di numerosi studenti.

Ad aggiudicarsi il primo premio lo studente Angelo Pepe del Liceo Classico “Cutelli” di Catania con la foto “Il coraggio della curiosità” ispirata alla dedizione alla scienza di Marie Curie.

L’argento è stato assegnato ex-equo allo scatto “Tutto iniziò da…E=m c^2” di Stefano Fichera, Sebastiano Marino e Santo Maria Neri del Liceo Scientifico “Amari” di Linguaglossa e alla foto “Techno – reverse” di Aurora Borgesi e Flavia Lauriola del Liceo Classico “Cutelli” di Catania.

Al terzo posto, ex-aequo, Valeria Belfiore del Liceo Scientifico “La Rosa” di Canicattini Bagni con “The change of form”, Martina Russo dell’Istituto Superiore “Majorana-Arcoleo” di Caltagirone con “Impulsi e pulsazioni” e Gaia Calcagno dell’ITI “Archimede” di Catania con “Speriment(Azione)”.

La premiazione è stata preceduta dalla conferenza sul “Cervello plastico”.

Nel corso della settimana i dipartimenti scientifici e gli enti di ricerca sono stati affollati da giovani che si sono lasciati incuriosire dalle diverse attività di ricerca e di studio che si svolgono con successo a Catania: dagli erbari e dalle collezioni di piante mediterranee dell’Orto botanico, dai laboratori scientifici e conferenze sulle ricerche più attuali e la visita alla collezione di strumentazione antica presso il dipartimento di Fisica e Astronomia, ai laboratori di robotica e di computer vision e le conferenze sulla crittografia presso il dipartimento di Matematica e Informatica, alle conferenze e visite ai vari laboratori del dipartimento di Scienze chimiche, alle proiezioni e visite al museo di Zoologia, alle conferenze, laboratori su rocce, su minerali e su fossili e visite alle collezioni museali di Scienze della Terra, e alle conferenze e visite all’Osservatorio astrofisico e alle riserve naturali gestite dal Cutgana.