Nasce il "Centro di documentazione, ricerca e studio sulla cultura dei rischi"

Costituito con lo scopo di approfondire e divulgare la cultura dei rischi attraverso la partecipazione di diversi saperi fra esponenti del mondo dell’accademia, delle imprese, delle professioni e della Pubblica amministrazione. Il rettore Giacomo Pignataro ne è il presidente onorario

10 Maggio 2016
Giuseppe Melchiorri

Si è costituito, con rogito notarile dello scorso 4 maggio, il “Centro di documentazione, ricerca e studio sulla cultura dei rischi”, allo scopo – recita lo statuto – “di approfondire e divulgare la cultura dei rischi prevedendo la partecipazione di diversi saperi fra esponenti del mondo dell’accademia, delle imprese, delle professioni e della Pubblica amministrazione”.

Il presidente onorario del centro è il rettore dell’Università di Catania Giacomo Pignataro, mentre il consiglio direttivo è composto dal presidente Antonio Pogliese, dal vicepresidente Orazio Licciardello, dal segretario Daniela Torrisi e dai consiglieri Santi Cascone, Nicola Colombrita, Michela Cavallaro, Salvatore Castorina, Giorgio Santonocito, Giuseppe Scanella, Diomede Tortora e Rosario Lanzafame.  Come revisore unico è stato eletto il dott. Sebastiano Truglio.

“L’iniziativa di costituire questo centro – ha spiegato il presidente Pogliese – scaturisce dalla constatazione che in molti settori dell’economia e della Pubblica amministrazione non è neppure avviato il processo per l’approfondimento dei rischi che caratterizzano l’attività d’impresa e diversi accadimenti del quotidiano. A breve verrà nominato il comitato scientifico di 11 componenti che verranno individuati nelle diverse aree culturali e professionali, nella consapevolezza che – per l’approfondimento dei rischi, diventa indispensabile poter disporre di saperi e professionalità diverse”.