Matematica, inaugurata la scuola internazionale di ricerca “Pragmatic 2017”

Venticinque studenti provenienti da tutto il mondo a “lezione” con i massimi esperti del settore

19 Giugno 2017
Alfio Russo

Per tre settimane saranno chiamati a risolvere problemi aperti sulle ricerche all’avanguardia nel settore della matematica e dell’algebra. Sono i 25 studiosi provenienti da tutto il mondo – dall’Iran alla Svezia, dalla Germania alla Francia e Spagna - che da stamattina sono impegnati nella 18.esima edizione della Scuola internazionale di ricerca "Pragmatic 2017", incentrata quest'anno – nel ventesimo anno dalla fondazione - sul tema "Powers of Ideals and Ideals of Powers".

A inaugurare la scuola internazionale, nell'aula magna del dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania, alla Cittadella universitaria, il direttore del Dmi Giovanni Gallo e i docenti organizzatori dell’edizione etnea Elena Guardo, Alfio Ragusa, Francesco Russo e Giuseppe Zappalà. Presenti anche i docenti, direttori della scuola, Brian Harbourne (University of Nebraska, Stati Uniti) e Adam Van Tuyl (McMaster University, Canada), che saranno coadiuvati dai collaboratori Enrico Carlini (Politecnico di Torino) e Tai Ha (Tulane University, Stati Uniti).

“La Scuola si rivolge a ricercatori che stanno completando o hanno appena completato il PhD che possano offrire risultati originali su temi di ricerca di grande rilevanza e attualità proposti da ricercatori di fama internazionale che intervengono e collaborano con le attività di Pragmatic – ha spiegato il prof. Alfio Ragusa -, quest’anno ci occuperemo di problemi a cavallo tra algebra e geometria algebrica, in particolar modo delle varietà della geometria che sono in generale rappresentate algebricamente da ideali. I docenti, già nella prima settimana, assegneranno dei problemi aperti sulle ricerca all’avangiardia in questo periodo che gli studenti dovranno risolvere. Successivamente saranno pubblicati sulle principali riviste internazionali di settore”.