Matematica, il prof. Mario Gionfriddo nominato ‘emerito’

Decreto del ministro Bussetti che ha accolto la proposta del Dmi e del Senato accademico

16 Aprile 2019

Il prof. Mario Gionfriddo, ordinario di Geometria nel dipartimento di Matematica e Informatica nell'Università di Catania è stato nominato "professore emerito" dal Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti.

Nato a Messina, il prof. Gionfriddo si è laureato in Matematica nell’ateneo peloritano dove è stato successivamente assistente ordinario, dal 1974 al 1981, per poi passare all’Università di Catania. E’ stato presidente del Consiglio di corso di laurea in Matematica dal 1994 al 1996, direttore del Dmi dal 1996 al 1999, e dal 1982 fino al 2014 componente del Collegio dei docenti del dottorato di ricerca in Matematica. Tra i suoi interessi scientifici vi sono argomenti come la Matematica discreta, la Geometria combinatoria, la Teoria dei Grafi e Ipergrafi, la Teoria dei Block-Designs. E’ stato responsabile e coordinatore di vari progetti di ricerca Prin, responsabile nazionale del progetto Prin 2008 “Disegni combinatorici, grafi e loro applicazioni”, main speaker a diversi convegni internazionali.

Tra il 1980 e il 2018 Gionfriddo ha scritto più di cento lavori sulla Teoria dei Grafi e degli Ipergrafi, e sulla Teoria dei Disegni, tutti pubblicati su importanti riviste internazionali e nazionali come Ars Combinatoria, Australasian Journal of Combinatorics, Combinatorics Probability & Computing, Discrete Mathematics, Graphs and Combinatorics, Journal of Geometry, Journal of Statistical Planning & Inference, Utilitas Mathematica ed altre.. Inoltre, ha partecipato con importanti contributi scientifici a un molteplice numero di conferenze internazionali sia in Europa che in America.

Gionfriddo, insieme ai gruppi di ricerca di Catania e di Messina, intraprende e mantiene per tutta la sua carriera scientifica importanti collaborazioni con ricercatori internazionali come Billinton (Australia), Coulburn (USA), Danzinger (Canada), Fiorini (Malta), Horak (USA), Lauri (Malta), Lindner (USA), Mendelssohn (Canada), Greegs (UK), Roger (USA), Rosa (Canada), Simic (Slovenia), Street (Australia), Tuza (Ungheria), Voloshin (USA). Molteplici sono le pubblicazioni che contengono rilevanti risultati frutto di queste collaborazioni scientifiche.

Al convegno da lui organizzato nel 1989, dal titolo “Second International Catania Combinatorial Conference: Graphs, Designs and Combinatorial Geometries”, parteciparono numerosi studiosi, ma soprattutto l’ungherese Paul Erdos, uno dei più grandi matematici di tutti i tempi, a cui sono dedicati libri e film tra cui “L’uomo che amava i numeri”. Nel 1990 il ricercatore sovietico Vitaly Voloshin, incoraggiato da Erdos, inizia ad avere i primi contatti con Gionfriddo e nel 1993, grazie ad una borsa di studio del Cnr, inizia una lunga e proficua frequentazione con il dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania, attualmente è “Full Professor” presso la Troy University negli Stati Uniti.

Anche a livello didattico, le teorie combinatorie, grazie all’attenzione di Mario Gionfriddo e del suo gruppo di ricerca, hanno trovato una importante collocazione presso i corsi di laurea di Matematica, Informatica e Ingegneria dell’Università di Catania, con i seguenti insegnamenti: Teoria dei Grafi e Combinatoria, Matematica Applicata, Modelli Discreti, Geometria Combinatoria, Matematica Discreta e Teoria dei Codici.