"Luoghi comuni 2.0", oltre 100 studenti per reinventare il centro storico di Acireale

Dal 24 al 27 luglio, la cittadina jonica si è trasformata in un laboratorio a cielo aperto dove studenti di Ingegneria, Architettura e Scienze della Formazione dell’Università di Catania collaboreranno con professionisti e cittadini per una redazione partecipata del nuovo piano regolatore

21 Luglio 2016

Saranno 90 i partecipanti, tra professionisti, studenti e cittadini, a “Luoghi comuni 2.0”, il progetto collettivo e partecipato dei luoghi comuni del centro storico di Acireale.

Per quattro giorni, dal 24 al 27 luglio, il centro storico di Acireale è stato trasformato in un laboratorio a cielo aperto. Studenti di Ingegneria e Architettura e dei corsi di laurea in Scienze pedagogiche e Progettazione educativa e in Scienze dell’Educazione e della Formazione dell’Università di Catania, professionisti e cittadini interessati a fornire il loro contributo hanno analizzato tutti gli spazi del centro storico di Acireale e raccolto tutte le proposte utili alla redazione partecipata del nuovo Piano regolatore generale. A loro si sono uniti anche 20 studenti dell’Istituto Ferraris di Acireale.

Il progetto collettivo e partecipato dei luoghi comuni del centro storico di Acireale è iniziato dalla re-invenzione dei piccoli spazi (slarghi, vicoli ecc.), visti come potenziali elementi di legame tra le necessità delle comunità di quartiere e il progetto di rivitalizzazione della città.

L’obiettivo del laboratorio è stato quello coinvolgere i cittadini, con le loro differenti conoscenze, competenze e professionalità, nel riprogettare tali luoghi di grande valenza identitaria, all’interno dello scenario di trasformazione urbana.

L’iniziativa si è aperta domenica 24 luglio alle 17, con una passeggiata nei quartieri interessati dal progetto (punto di incontro via Lancaster 13). Lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 si sono tenuti i lavori di progettazione all’ex Angolo di Paradiso. Mercoledì 27, infine, alle 17, sarà inaugurato l’Urban Center di via Lancaster 13 dove saranno presentati i lavori realizzati.

LUOGHI COMUNI 2.0 è organizzato da Comune di Acireale, dipartimento Ingegneria civile e Architettura e  dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Catania, Newl’ink e Pascal Observatory, con il patrocinio di Soprintendenza BB.CC. di Catania, FIR, Ordine degli Ingegneri di Catania, Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Catania, Ordine degli Architetti di Catania, Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Catania, Collegio dei Geometri di Catania, Associazione Geometri Acesi, Associazione Ingegneriarchitettiacesi, Istituto Ferraris di Acireale.