Le applicazioni dei Big Data, all’Università di Catania una summer school internazionale

Promossa dal Dipartimento di Economia e Impresa

28 Maggio 2018
Alfio Russo

Dal marketing alla medicina e biologia, dall’intelligenza artificiale alle analisi delle immagini e alla classificazione dei siti web. Sono solo alcuni esempi concreti di applicazione dei “Big Data”, ovvero le nuove capacità di collegare enormi moli di dati che, tramite opportuni algoritmi ricavano informazioni ormai utili e necessarie in vari mercati nazionali e internazionali inerenti a automobili, medicina, chimica farmaceutica, finanza, biologia, commercio e gaming, solo per citare alcuni esempi.

Un tema che in questi giorni – da lunedì 21 a venerdì 25 maggio – è stato oggetto della prima edizione della International Summer school on “Clustering, Data Analysis and Visualization of Complex Data” organizzata dal dipartimento Economia e Impresa dell’Università di Catania, in collaborazione con il dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Salerno, e patrocinata dalle società scientifiche internazionali "European Courses in Advanced Statistics" (ECAS) e "International Association for Statistical Computing" (IASC) e dal "Classification and Data Analysis Group" (CLADAG), una sezione della Società Italiana di Statistica.

Trentatré dottorandi e ricercatori provenienti da Italia, Austria, Estonia, Francia, Lettonia, Nuova Zelanda, Polonia, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina e Regno Unito hanno seguito le lezioni di studiosi di fama internazionale come i proff. Christophe Biernacki (Université Lille 1, France), Charles Bouveyron (Université Nice Côte D’Azur, France), Pietro Coretto (Università di Salerno, Italy) e Sylvia Frühwirth-Schnatter (Vienna University of Economics And Business, Austria) e Salvatore Ingrassia (Università di Catania),

«La Summer school conferma l’impegno e l’esperienza consolidata e riconosciuta in campo internazionale del “Data Science Research Group” dell’Università di Catania – ha spiegato il prof. Ingrassia -. Siamo molto attivi in questo campo e nel mese di settembre ospiteremo anche la quarta edizione del workshop internazionale su Model-Based Clustering and Classification».

Soddisfazione per i risultati ottenuti è stata espressa dal rettore Francesco Basile che ha preso parte alla cerimonia conclusiva della Summer school.

«L’Ateneo di Catania è felice di avervi ospitato questa settimana su una tematica molto importante per i diversi campi in cui può essere applicata - ha spiegato il prof. Basile -. Al tempo stesso ritengo che queste occasioni rappresentino un momento di crescita culturale, formativo e professionale di fondamentale importanza. Il nostro ateneo è impegnato nel favorire la mobilità degli studenti, dei laureati, dei ricercatori e del corpo docente perché riteniamo che le esperienze all’estero siano utilissime per la propria formazione».