L'Ateneo selezionato per la gara di robotica Mohamed Bin Zayed International Robotics Challenge

Il team dell'Università di Catania, composto da studenti, docenti e assegnisti dei dipartimenti di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica e di Matematica e Informatica, parteciperà nel 2017 alla competizione internazionale promossa dalla Khalifa University di Abu Dhabi

27 Settembre 2016
G.M.

L’Università di Catania è stata selezionata fra le squadre che parteciperanno alla Competizione internazionale di robotica Mohamed Bin Zayed International Robotics Challenge (MBZIRC), organizzata dalla Khalifa University di Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) e che si svolgerà a marzo 2017: essa consiste nel realizzare e dimostrare un drone robotico autonomo in grado di identificare un veicolo in movimento ed atterrarci sopra in modo automatico.

Il montepremi messo a disposizione dalla Khalifa University è di 5 milioni di dollari. A tale scopo, e per promuovere la ricerca nel campo della robotica, la Khalifa University ha indetto un concorso con l'obiettivo di contribuire al finanziamento di alcuni tra i migliori progetti. La selezione, che è stata effettuata sia sulla base della qualità del progetto che dell'esperienza mostrata dal gruppo di ricerca proponente, ha visto partecipare 143 tra le migliori Università del mondo; tra esse, sono state selezionate solamente 15 squadre che riceveranno un contributo, tra cui quella dell'Università di Catania. Per l’Italia, oltre a Catania parteciperanno anche la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, l’Università di Genova e l’Università di Padova.

Poiché le tematiche tecniche da affrontare sono molteplici, il team dell’Università di Catania è formato da una compagine variegata che include non solo i docenti coordinatori, ma anche assegnisti, dottorandi e studenti. I dipartimenti coinvolti sono il dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica ed informatica (Dieei) ed il dipartimento di Matematica e Informatica (Dmi), con i corsi di laurea magistrale in Automation Engineering and Control of Complex Systems e Informatica, dei quali fanno parte i dieci studenti del team. Il coordinamento è affidato al prof. Giovanni Muscato e all’ing. Carmelo Donato Melita (entrambi del gruppo di Robotica del Dieei) e ai prof. Corrado Santoro (gruppo di Sistemi Autonomi del Dmi), Sebastiano Battiato e Giovanni Maria Farinella (gruppo di Computer Vision dell'Iplab-Dmi). Il team potrà anche contare sulla collaborazione con il System Lab di STMicroelectronics, diretto dall’ing. Nunzio Abbate.

Essendo la selezione avvenuta nel maggio 2016, il primo passo per il team etneo è stato lo scorso luglio, quando gli studenti sono stati chiamati a produrre un report con un video dimostrativo (realizzato in collaborazione con Zammù Tv) allo scopo di presentare le attività svolte e specificare le fasi successive, con le relative tempistiche, per la realizzazione completa del progetto.

Il successo nella selezione e nel superamento della prima fase sono il frutto della lunga e qualificata esperienza nella realizzazione e controllo di droni e nelle tecnologie e metodologie di visione artificiale, sviluppate negli ultimi anni dai gruppi di ricerca coinvolti.