Il prof. Renato Pucci nominato emerito

Decreto del ministro Bussetti che ha accolto la proposta del Dfa e del Senato accademico

23 Gennaio 2019
Giuseppe Melchiorri

Renato Pucci, già ordinario di Fisica della Materia nell'Università di Catania, è stato nominato professore emerito. A conferire il prestigioso titolo il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti che, con apposito decreto, ha accolto la richiesta del dipartimento di Fisica e Astronomia "Ettore Majorana" e del Senato accademico.

Nato nel 1946, il prof. Pucci è stato incardinato al Dfa fino al 2016. Nel corso della sua lunga carriera accademica, ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali, tra cui direttore del dipartimento, consigliere d'amministrazione dell'Ateneo, e preside della facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali (per due mandati). In campo scientifico, ha contribuito alla teoria dei sistemi dei molti corpi alle alte pressioni ed a ridotta dimensionalità, alla teoria delle superfici, alla chimica teorica di vari sistemi molecolari, ai superconduttori, al grafene. Egli è autore di più di 150 pubblicazioni, e referee per numerose riviste internazionali.

Il prof. Pucci ha collaborato, fra gli altri, con scienziati di caratura mondiale quali Norman H. March (Oxford University), Robert Parr (North Carolina University), Fernando Flores (Madrid), Alexander Eremko, (Kiev) e Vladimir Yarunin (Moscow). Molto citate le cosiddette formule di Yang-Parr-Pucci in fisica molecolare. Il prof. Pucci ha organizzato numerose conferenze internazionali tra le quali i due Archimedes Workshop sulla scienza delle alte pressioni (1985, 1990), il 36th EHPRG Meeting (1998), la Joint 21st AIRAPT and 45th EHPRG International Conference on High Pressure Science and Technology (2007: circa 500 partecipanti, da ogni continente), e il 91° Congresso Nazionale della Società Italiana di Fisica (2005, World Year of Physics,  #wyp2005: circa 600 partecipanti). E' tuttora membro dei comitati scientifici di diverse associazioni internazionali, come lo “European High Pressure Research Group” (EHPRG) e la “Association Internationale pour l'Avancement de la Recherche et de la Technologie aux Hautes Pressions” (AIRAPT) oltre che socio effettivo dell'Accademia Gioenia di Catania.