Francesco Basile nuovo rettore dell'Università di Catania

Il presidente della Scuola di Medicina eletto alla prima votazione con 1022 voti, contro i 374 dell'altro candidato Enrico Foti. Resterà in carica fino al 2023
 

2 Febbraio 2017

Francesco Basile è il nuovo rettore dell'Università di Catania per il sessennio 2017/2023. A scrutinio concluso, il presidente della Scuola di Medicina ha ottenuto un totale di 1022 voti, 851 da docenti e studenti, più 171 - pari a 865 preferenze - del personale tecnico-amministrativo, che contribuiva all'elezione del rettore con voto ponderato corrispondente al 20% del numero dei docenti aventi diritto al voto. Il quorum necessario per essere eletto alla prima votazione era di 794 voti. L'altro candidato, il direttore del dipartimento di Ingegneria e Architettura Enrico Foti, ha ottenuto invece un totale di 374 voti (332 da docenti e studenti, più 42 pari a 213 preferenze del personale). Le schede bianche totali sono state 31, le nulle 42. Altissima l'affluenza: alle 19, ora di chiusura delle urne, aveva votato il 93,20% di docenti e studenti (1247 su 1338 aventi diritto) e il 90,18% del personale tecnico amministrativo (1130 su 1253 aventi diritto).

"Non è facile commentare questo risultato - ha affermato il neorettore intervenuto appena raggiunto il quorum dei 794 voti -: voglio ringraziare il Decano Salvatore Brullo che ha condotto in maniera corretta ed efficiente il periodo elettorale e le votazioni di oggi. Poi ringrazio il professore Foti per la competizione leale e per l'interesse per le sorti del nostro Ateneo. Ringrazio il prof. Filippo Drago, che ha confermato la nostra antica amicizia scegliendo di camminare sulla stessa linea almeno nella parte finale del percorso. Ringrazio tutti coloro che hanno voluto esprimere la loro preferenza, al di là delle mie aspettative. Spero di poter ricambiare tanta fiducia, adesso ho un grosso peso di responsabilità che spero di riuscire a meritare, affinché non vi pentiate di avere espresso questo voto. Vogliamo ripartire velocemente, vogliamo fare il bene della nostra università, con un meccanismo di condivisione, partecipazione e democrazia, che cercherò di mettere in pratica".

"Dedico un pensiero particolare agli studenti che sento vicini - ha continuato Basile - , da loro si possono avere le idee migliori per far progredire la nostra università, e al personale tecnico-amministrativo, che lavora in maniera seria e rigorosa e va tenuto in grande considerazione, sia nella gestione dell'università che per le sue lecite aspettative. Dobbiamo aprire l'Università all'esterno, al territorio, al mondo del lavoro, alle imprese, agli enti, sia per avere più risorse economiche ed umane, e per riuscire a dare delle opportunità occupazionali ai nostri giovani. Penso ad un Ateneo che sia il centro culturale del territorio, dobbiamo lavorare in questa direzione". Desidero ringraziare infine il rettore Giacomo Pignataro, sia per la sua presenza qui, sia per il suo lavoro e il suo impegno, da lui mi aspetto consigli e supporto soprattutto all'inizio di questo percorso. Vorrei infondere a tutti serenità, e l'entusiasmo di stasera la infonde a me, quindi è un buon punto di partenza, e insieme forza e determinazione".