"Donne e Stellette", cinque donne raccontano la loro esperienza nei corpi militari

Al Polo bioscientifico un incontro promosso dal Cus nell'ambito del Progetto "Sport e Legalità"

20 Febbraio 2018

Si è svolto ieri nell'aula magna del dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente, il convegno “Donne con le Stellette”, organizzato dal Cus Catania nell’ambito del progetto “Sport e Legalità”. Cinque militari appartenenti alle Forze armate e alle Forze dell’Ordine hanno esposto agli alunni delle scuole medie secondarie di primo grado aderenti all’iniziativa il proprio excursus nei corpi militari.

Nel corso dell'incontro si sono alternate sul palco il Tenente Alessandra De Cristofaro (62° Reggimento Fanteria Sicilia), il Sottotenente di Vascello Cristina Gargano (Capitaneria di Porto, Guardia Costiera), il Commissario Capo Laura Romano (Polizia di Stato), il Tenente Tania Incardona (Aeronautica Militare) e il Caporal Maggiore Scelto Anita Pistone (62° Reggimento Fanteria Sicilia). Le relatrici hanno parlato della propria esperienza nei corpi militari, avvalendosi di filmati ad hoc per esplicare al meglio le mansioni svolte. Particolarmente apprezzato l’intervento di Anita Pistone, già atleta Cus Catania, che ha passato in rassegna la propria militanza nel gruppo sportivo dell’Esercito, culminata con la partecipazione alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Gli interventi hanno suscitato grande interesse nella giovane platea, che non ha mancato di formulare diversi quesiti a testimonianza della curiosità suscitata dalla tematica trattata nel corso del convegno. Tematica fortemente voluta dal Cus Catania, in risposta ai sempre più frequenti casi di discriminazione di genere. L’ente, infatti, come sottolineato dal commissario straordinario Luigi Mazzone, ha inteso ancora una volta promuovere un’opera di sensibilizzazione tra i più giovani ponendo in risalto il fondamentale apporto delle donne nelle Forze armate e nelle Forze dell’Ordine a presidio della società civile.

Chiusura del prof. Ignazio Russo, ideatore del Progetto, che ha anticipato un ulteriore incontro a carattere didattico, specificamente incentrato sulle discriminazioni, da svolgersi la prima settimana di aprile e che vedrà gli alunni impegnati nella realizzazione di disegni a tema corredati da commenti scritti. Tali elaborati verranno, infine, premiati durante la “Giornata della Legalità – Premio Tanino Mirabella”, atto conclusivo della nona edizione di “Sport e Legalità” in programma a maggio.