Donazione e trapianto degli organi. Due giornate informative al Policlinico

Informazione e sensibilizzazione gli strumenti per aumentare il numero dei donatori

20 Dicembre 2017
Giuseppe Melchiorri

Diffondere la cultura della donazione degli organi e tessuti attraverso una corretta informazione. Questo il principale obiettivo delle due “Giornate della donazione dell’azienda ospedaliero universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele di Catania”, inaugurate ieri pomeriggio nell’aula magna della Scuola “Facoltà di Medicina” dell’Università di Catania e promosse dalla responsabile dell’Unità operativa Educazione e Promozione del Policlinico Giusy Vernaci, in collaborazione con i docenti Massimiliano Veroux e Pierfrancesco Veroux, del Centro trapianti del Policlinico, e il dott. Cristian Ilardi, coordinatore del procurament aziendale del Policlinico.

“La manifestazione – ha spiegato la dott.ssa Vernaci -, mira allo sviluppo di attività assistenziali ad elevata competenza sotto l’aspetto sia scientifico che deontologico, e a diffondere una corretta informazione su donazione e trapianto di organi e di tessuti per gli operatori sanitari ma anche per tutti coloro che non sono professionalmente coinvolti in questo processo”.

L’evento è stato aperto dagli indirizzi di saluto della dott.ssa Vernaci, del prof. Pierfrancesco Veroux, della referente Educazione alla Salute dell’Usr di Catania Angela Longo e della direttrice del Centro regionale Trapianti Sicilia Bruna Piazza.

Secondo il sistema informativo trapianti del Ministero della Salute, nel 2016 sono stati registrati in totale 2488 donatori e 3417 trapianti. Nel 2017 il sistema ha registrato 2376 donatori di organi e 2732 trapianti effettuati. “In Sicilia - ha spiegato la dott.ssa Piazza - nel 2017 su 153 segnalazioni di morte ci sono stati 91 donatori e 258 trapianti. Un incremento di oltre il 40% rispetto a due anni fa”. “Di questi - ha affermato il dott. Ilardi - 12 prelievi multiorgano sono stati effettuati al Policlinico di Catania. Siamo secondi in Sicilia solo all’ospedale Civico di Palermo”.

Per migliorare questi numeri l’informazione e la sensibilizzazione sono fondamentali: è anche per questo che nelle scorse settimane il direttore generale dell’Ove Paolo Cantaro e il dirigente dell’Usr Catania Emilio Grasso hanno firmato un protocollo d’intesa per la promozione della salute nelle scuole, che prevede anche alcune attività per la diffusione della cultura sulla donazione degli organi.

 “Sono passati molti anni da quando si sono sperimentati i primi trapianti – ha infatti continuato la dott.ssa Vernaci – e oggi trasferire gli organi da un corpo che muore ad uno che può continuare a vivere, grazie a un dono, non è un miracolo ma una straordinaria opportunità che la scienza offre all’uomo, che morendo grazie al suo gesto di altruismo dona una speranza in una famiglia. Può porre fine ad altre sofferenze. La gravità e la complessità di alcune patologie non consente di poter trovare altra soluzione se non quella data dalla donazione”.

Dopo gli indirizzi di saluto, sono stati proiettati alcuni filmati di promozione della donazione degli organi e sul Centro trapianti d’organo del Policlinico, seguite da due testimonianze di pazienti trapiantati. Il pomeriggio si è concluso con il concerto dell’orchestra e coro “Musicainsieme a Librino”, diretto da Alessandra Toscano. La manifestazione si concluderà oggi con il convegno “La donazione e il trapianto di organi e tessuti. Una nuova opportunità”, con un focus specifico sulla comunicazione medico-paziente nell’ambito delle donazioni di organi e tessuti.

Hanno scritto

Donazione e trapianto degli organi. Due giornate informative al Policlinico - GLOBUS MAGAZINE

Donazioni organi, giornate informative al Policlinico-Vittorio Emanuele - BLOGSICILIA