Consegnate le pergamene a 92 nuovi dottori di ricerca

Al Palazzo centrale la cerimonia per i dottori che hanno cosenguito il titolo nel 2016. Il rettore Pignataro: "I nostri giovani siano il motore dello sviluppo del territorio"

10 Novembre 2016
Giuseppe Melchiorri

Sono 92 i dottori di ricerca dell’Università di Catania dell’anno 2016 a cui questa mattina, nell’aula magna del Palazzo centrale, il rettore Giacomo Pignataro ha consegnato le pergamene.

Alla cerimonia, promossa dall’Area della Didattica dell’Ateneo hanno preso parte anche il delegato alla didattica post laurea Sebastiano Battiato e i coordinatori dei 33 corsi di dottorato coinvolti. "Anche quest'anno - ha affermato il prof.Battiato - abbiamo voluto formalizzare con una manifestazione ufficiale un momento di festa per i neo dottori ma anche per l'Ateneo. Si chiude un percorso bello e difficile che mi auguro possa rivelarsi importante per il prosieguo della carriera".

Dopo essersi congratulato con i neo dottori, il rettore Pignataro ha sottolineato come "nonostante l'esiguità delle risorse in questi anni abbiamo cercato di razionalizzare le nostre spese per coprire il maggior numero possibile di dottorati in tutte le aree di ricerca attive nell’Ateneo. Questi corsi, infatti, stanno alla base della missione più importante delle università: non solo formare i giovani, ma trasferire loro il metodo per fare ricerca. Abbiamo varato nei mesi scorsi un piano per l'assunzione di 100 ricercatori nei prossimi anni e stiamo cercando di rafforzare i legami con le imprese del territorio per fare in modo che le competenze dei nostri dottori diventino il motore dello sviluppo locale e nazionale".