Cinque mesi dal suo insediamento: un primo bilancio dell'amministrazione Basile

Il rettore Francesco Basile ha incontrato i giornalisti per tracciare un bilancio dei primi mesi di lavoro della nuova amministrazione e per parlare degli obiettivi futuri

25 Luglio 2017
Mariano Campo

Cinque mesi alla guida dell’Università di Catania, è tempo di un primo bilancio del mandato del rettore Francesco Basile.

Lunedì 24 luglio, nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università (piazza Università 2), il prof. Basile ha tenuto una conferenza stampa per presentare all’opinione pubblica quanto realizzato dal mese di febbraio ad oggi per un immediato rilancio dell’ateneo, nei primi 150 giorni dal suo insediamento.

In particolare, il rettore ha illustrato l’attività condotta per il ripristino degli organi statutari di governo (decaduti a seguito della sentenza del Cga dello scorso novembre), le iniziative per il reclutamento del personale docente e la stabilizzazione del personale tecnico-amministrativo, per il miglioramento della qualità della didattica e l’internazionalizzazione e per il consolidamento dei rapporti con le imprese.

Inoltre ha annunciato l’avvio di nuova attività edilizia, insieme con gli interventi per la mobilità urbana di studenti e personale, il finanziamento ai dottorati e alle scuole di specializzazione e i progetti attivati sul PO Fesr 2014-20. Insieme al rettore erano presenti, in questa occasione, il nuovo Direttore generale dottor Candeloro Bellantoni, i senatori accademici e i delegati del rettore.

In merito alla recente ordinanza del Tar che ha accolto il ricorso dell’ex direttore generale Lucio Maggio sulle procedure per la nomina del nuovo direttore generale, il rettore ha precisato che l’ordinanza in questione “accoglie soltanto la richiesta di ammettere al colloquio selettivo il ricorrente, ma non esprime alcuna riserva sulla nomina del dottor Bellantoni, né sulla delibera del consiglio di amministrazione né sul contratto siglato a fine giugno dal nuovo Dg”.

“Accettiamo serenamente la decisione della giustizia amministrativa - ha sottolineato il rettore Basile - che ha dimostrato di tenere in conto l’esigenza dell’Università di mantenere una direzione stabile. Rifaremo dunque il colloquio come c’è stato ordinato e valuteremo di conseguenza ma, allo stato attuale, il direttore Bellantoni non è toccato da questa ordinanza, pertanto rimane in carica”.