Agli studenti Pietro Martello e Fabio D'Urso il "Premio Archimede"

Il riconoscimento è assegnato ogni anno dal Dmi ai due migliori laureati dei corsi di laurea triennale e magistrale in Informatica

21 Luglio 2017
Alfio Russo

E’ stato conferito stamattina il “Premio Archimede” agli studenti Pietro Martello e Fabio D’Urso, assegnato ogni anno, dal 2005, ai laureati dei corsi di laurea in Informatica di primo livello e Magistrale che si sono particolarmente distinti per il loro lavoro di tesi e per la loro carriera accademica.

A consegnare il premio, per l’anno accademico 2015-2016, al dott. Martello per la laurea di primo livello e al dott. D’Urso per la magistrale, è stato il rettore Francesco Basile, intervenuto nel corso della cerimonia che si è tenuta nell’aula magna del dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania.

“Il premio ci consente di dare visibilità ai migliori studenti dei rispettivi corsi di laurea del dipartimento di Matematica e Informatica nel rispetto della premialità del merito, un aspetto molto importante per il rilancio del nostro Ateneo e per favorire la fase post-laurea dei nostri studenti migliori che possono così spendere questa ulteriore referenza per accedere nel mondo del lavoro – ha detto il rettore -. Dobbiamo sempre più selezionare i migliori studenti e laureati, con la massima trasparenza e meritocrazia, per tentare di trattenerli nel nostro Ateneo abbattendo la fuga dei cervelli, al tempo stesso dobbiamo favorire l’accesso al mondo del lavoro ai nostri laureati garantendo loro, in un periodo di crisi economica, un futuro occupazionale nelle imprese, multinazionali e enti istituzionali”.

Il dott. Martello si è laureato il 28 luglio dello scorso anno con una tesi sperimentale dal titolo "Architetture software di un game engine: Unity 5 vs Unreal Engine 4.0" (tutor il prof. Giovanni Gallo). Il secondo premiato, il dott. D'Urso ha conseguito la laurea il 29 novembre 2016 con una tesi dal titolo "Sviluppo del firmware di una scheda dimostrativa ST per il controllo di un quadrirotore" (tutor il prof. Corrado Santoro). Ad entrambi i vincitori è stato consegnato un attestato e un premio in denaro.

La Commissione giudicatrice quest’anno era formata dai docenti Giuseppe Pappalardo, Giuseppe Scollo e Dario Catalano.